Se stai cercando come acquistare legalmente l’ olio di cannabis terapeutico (cannabis oil, olio di canapa, olio di hash), sappi che può essere preparato e venduto legalmente in Italia come farmaco galenico (cioè preparato dal Farmacista) in alcune Farmacie di Farmagalenica dietro presentazione di ricetta medica non ripetibile redatta secondo la Legge 94/98 (Legge “Di Bella”).

Alla fine dell’articolo è possibile visualizzare le Farmacie aderenti a Farmagalenica. In alternativa, sempre legalmente, tali farmacie possono vendere o preparare olio Hempy CBD da canapa, senza ricetta medica.

Che cos’è l’ olio di cannabis?

Si tratta di un prodotto liquido, ottenuto dall’unione delle infiorescenze di cannabis medica con un liquido (olio, alcool o altro solvente evaporabile), allo scopo di trasferire le sostanze presenti, dal fiore all’olio

Il motivo? Assumere le sostanze della cannabis (cannabinoidi, terpeni, grassi, lipidi, clorofille, ecc…) per via orale, in gocce o millilitri, anziché tramite il fumo o la vaporizzazione: più pratico e veloce, ma con effetti diversi.

Olio di cannabis: quanti ne esistono?

Con il termine “olio di cannabis” si possono intendere diversi prodotti, farmaceutici e non farmaceutici:

  1. olio di cannabis terapeutico (Cannabis Olive Oil) , ottenuto da cannabis farmaceutica (cannabis medica o cannabis terapeutica), contiene THC.
    Si compra in farmacia con ricetta medica dato che è un farmaco stupefacente e psicotropo.
  2. olio di cannabis Rick Simpson (RSO) o FECO o meglio conosciuta come resina di cannabis, ottenuto da cannabis farmaceutica, contiene THC ed è un concentrato di cannabinoidi. Si compra in farmacia con ricetta medica dato che è un farmaco stupefacente e psicotropo.
  3. olio alimentare o di canapa, ottenuto da semi di canapa. Si compra al supermercato, insieme all’olio di semi di girasole, di mais, eccetera. E’ un condimento.
  4. olio di CBD, ottenuto miscelando un olio vegetale (olio di canapa, di oliva, di cocco, eccetera) con CBD in cristalli. Si compra un po’ dappertutto…

In questo articolo si parlerà dell’ olio di cannabis terapeutico (1 e 2), di come è preparato in farmacia, come si ottiene, dei costi, di come utilizzarlo, effetti indesiderati, conservazione, costi, ecc…

L’ olio di cannabis terapeutico è facilmente somministrabile con un contagocce.

Inciso: esiste un olio di CBD acquistabile legalmente senza ricetta medica?

Si, da Agosto 2017 esiste un olio classificato preparazione aromatica alimentare, già pronto e vendibile senza ricetta in Farmacia che contiene CBD al 5%, 10% o al 50%.
Tutti i dettagli sono in questo articolo (cliccare per aprire).

È legale anche perché non contiene THC, neppure in minima parte o altre sostanze narcotiche, dato che la presenza del THC anche in tracce (es. 0.02%) renderebbe il prodotto “sostanza stupefacente”.
Il farmacista può realizzare oli a percentuali diverse (es. 10/20/30/40%) diluendo la resina di Hempy al 50% in opportuno olio MCT.

[Se sei un Farmacista e vuoi sapere una metodica per preparare l’olio in Farmacia, quali passaggi e strumenti sono necessari e un’analisi di laboratorio sulla concentrazione di THC e CBD dell’olio, puoi trovare tutto su Preparazionigaleniche.it]

In Italia è possibile acquistare olio di cannabis terapeutico con ricetta medica, preparato dal Farmacista nel Laboratorio Galenico della Farmacia.

Caratteristiche dell’ olio di cannabis terapeutico preparato dal Farmacista

Si tratta di un farmaco galenico, ossia di un medicinale che non esiste in commercio già pronto, ma che deve essere preparato ogni volta dal Farmacista secondo le indicazioni riportate dal Medico in una ricetta medica.

Di seguito, le principali domande e risposte.

Quale parte della cannabis si utilizza per preparare l’ olio di cannabis terapeutico?

Si utilizzano solo ed esclusivamente i fiori di cannabis (infiorescenze femminili), certificate di grado farmaceutico.
Esistono diverse varietà a diverso contenuto di THC e CBD, che vanno da 0,4% fino ad un massimo di 22%.

Ma se si compra della canapa e si prepara l’olio di cannabis a casa, non è la stessa cosa?

L’ olio di cannabis terapeutico preparato dal Farmacista non ha nulla a che spartire o di paragonabile con un olio di cannabis preparato “in casa” o acquistato illegalmente: si tratta, infatti, di un farmaco realizzato utilizzando cannabis di grado farmaceutico, molto molto più pura, controllata e ricca in THC (tetraidrocannabinolo) o CBD (cannabidiolo),

Come viene garantita la qualità dell’ olio di cannabis terapeutico preparato in Farmacia?

Trattandosi di un farmaco, la preparazione avviene in un laboratorio attrezzato, partendo da materia prima certificata, tramite attrezzature di laboratorio, l’uso di siringhe sterili e (opzionalmente) filtri in micropore che permettono di ottenere un olio sterile e microbiologicamente puro.
Inoltre, per ogni olio devono essere eseguite analisi quali e quantitative per determinare i cannabinoidi presenti e, quindi, quanti assumerne.

Su un sito, ho letto di assumere il dosaggio di …

Sulle modalità di utilizzo, si sconsiglia di riferirsi a quanto trovato su siti in internet in quanto spesso si riferiscono a olio di cannabis terapeutico realizzato con cannabis non pura e di titolo (concentrazione di THC o CBD) sconosciuto: parlare genericamente di “1 grammo al giorno” non permette di sapere quanta sostanza attiva si sta assumendo (per approfondimenti si legga questo articolo).olio di cannabis medica bedrocan pedanios

Quali varietà di cannabis si usano per preparare l’ olio di cannabis terapeutico?

Si possono utilizzare tutte le varietà legali di cannabis terapeutica (qui l’articolo dedicato) presenti in Italia:

  • Olandese (Bedrocan, Bediol, Bedrobinol, Bedica e Bedrolite),
  • Canadaese (Pedanios 22/1, 8/8 e 1/12)
  • Italiana prodotta dallo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze (FM1 e FM2)

Come viene realizzato legalmente l’olio di cannabis terapeutico in Farmacia?

Fondamentale: si tratta di un farmaco galenico, ossia realizzato dal Farmacista in Laboratorio. Non è un farmaco pronto. Perché è importante?

  1. Perché esistono molteplici modi per prepararlo: con una sola varietà di cannabis, con un mix (blend) di cannabis, con un tipo di olio piuttosto che un altro.
  2. Lo stesso flacone di olio (esempio 50 ml) può essere fatto più  o meno concentrato a seconda della quantità di cannabis usata (1 grammo di cannabis, 5 grammi, 10 grammi, ecc…) è a scelta del Medico.
  3. Anche se preparato con la stessa quantità di cannabis (es. 5 grammi in 50 ml), ogni Farmacia può avere metodi di preparazione differenti che portano a concentrazioni differenti.

Ogni Farmacia può preparare un olio di cannabis diverso dall’altro: occorre avere sempre il certificato di analisi dell’olio, che la Farmacia deve eseguire OBBLIGATORIAMENTE.

Quali metodiche di preparazione esistono dell’ olio di cannabis?

La risposta si basa su un assunto fondamentale: esistono infiniti modi di preparare l’ olio di cannabis. Infinite combinazioni, passaggi, temperature, strumenti, tempistiche, eccetera… 

Di fatto, però, in Farmacia la metodica di preparazione dell’ olio di cannabis si basa su letteratura o Arte del Farmacista, per cercare di ottenere oli sempre simili da una volta all’altra.

Nello specifico ci si può riferire a diverse metodiche:

  1. [metodica obsoleta] “Cannabis Oil: chemical evaluation of an upcoming cannabis-based medicine” di Luigi L Romano e Arno Hazekamp (la più nota poichè la prima usata a partire dal 2014), dell’Università di Siena, reperibile sul sito della ditta olandese che commercializza legalmente la cannabis per uso medico: la ditta Bedrocan.nl.
  2. ad una metodica che migliora la Romano&Hazekamp, con la pubblicazione dello studio Pacifici et al. (2017).
  3. ad una pubblicazione scientifica pubblicata sul Journal of Pharmaceutical and Biomedical Analysis (Cannazza et al.)Medicinal cannabis: Principal cannabinoids concentration and their stability evaluated by a high performance liquid chromatography coupled to diode array and quadrupole time of flight mass spectrometry method. Tale metodica fornisce una analisi precisa dei cannabinoidi presenti oltre che dei terpeni, oltre che informazioni sulla stabilità, permettendo di ottenere un Cannabis Olive Oil di qualità superiore.
  4. ad una procedura realizzata dalla SIFAP.
  5. ad una metodica sviluppata da Calvi et al. (2017), Comprehensive quality evaluation of medical Cannabis sativa L. inflorescence and macerated oils based on HS-SPME coupled to GC–MS and LC-HRMS (q-exactive orbitrap®) approach, che permette una maggiore estrazione e migliore conservazione delle sostanze disciolte nell’olio, sfruttando l’estrazione ad ultrasuoni.

Tipi di solventi utilizzati in Farmacia per la preparazione dell’ olio di cannabis

Teoricamente il Medico prescrittore può richiedere qualunque metodica di preparazione, quelle raccomandate e realizzabili da richiedere al Farmacista, per capacità estrattiva e sicurezza del solvente, sono l’estrazione in

  • alcool etilico (puro 96°, di grado farmaceutico da Farmacopea e non alcool alimentare)
  • olio di oliva (puro, di grado farmaceutico da Farmacopea)
  • olio MCT (medium chain triglycerides)
  • altri oli vegetali (arachidi,  mais, …) tutti di grado Farmaceutico

Per questo, può essere preparato sia il c.d. Cannabis Olive Oil (estratto in olio di oliva) o il Cannabis Oil FECO – Full Extract Cannabis Oil (estratto con alcool). ATTENZIONE: per preparare il Cannabis Oil come resina occorrono grandi quantità di cannabis e la preparazione è costosa.

Quanto costa il Cannabis Olive Oil?

Il costo dell’ olio di cannabis terapeutico varia a seconda della quantità da preparare (10ml, 50ml, 200ml, ecc…) e dal costo della materia prima (cannabis e olio).

In base ad essa, si può dire che il prezzo dell’ olio di cannabis è composto da:

  1. costo del farmaco, stabilito mediante Tariffa Nazionale dei Medicamenti che, in base all’art. 12, deve essere consultabile dal paziente. 
    In media, 5 g di cannabis in 50 ml di olio hanno un costo che varia da 90 a 110€
  2. costo dell’analisi obbligatoria dell’ olio di cannabis, imposta dal DM 9/11/2015. Tale costo varia da Farmacia a Farmacia, in genere da 30€ a 100€ e dipende dal costo richiesto dal laboratorio di analisi.

Tale spesa è fiscalmente detraibile come farmaco.

Preparare un BUON olio di cannabis terapeutico richiede conoscenza e strumentazione.

Come può essere prescritto l’ olio di cannabis terapeutico?

Per informazioni sul tipo di ricetta necessaria per l’acquisto dell’ olio di cannabis terapeutico e sulla modalità di redazione / compilazione della ricetta e relativi formalismi o per visualizzare un facsimile della ricetta necessaria, rimandiamo all’articolo apposito sulla prescrizione della cannabis.

Come assumere o utilizzare il Cannabis Olive Oil?

Per quanto riguarda la posologia dell’olio di cannabis (Cannabis Olive Oil), ai pazienti viene raccomandato di iniziare SEMPRE da 1-2 gocce 1 volta alla sera per poi incrementare man mano (in base alle singole esigenze si possono arrivare ad assumere 10, 30, 50, 100 e più gocce al giorno). Chiaramente, solo il Medico può definire qual’è la dose personale necessaria, conoscendo la concentrazione
La via di somministrazione fortemente raccomandata è l’assunzione sublinguale o transgengivale, in modo da bypassare il metabolismo di primo passaggio e permettere di raggiungere elevate concentrazioni nel sangue. L’ingestione orale (es. su mollica di pane) può portare a risultati inferiori o comparsa ritardata dell’effetto.

Per la conservazione dell’olio di cannabis terapeutica è importante mantenere il flacone il più possibile in frigorifero, ad una temperatura inferiore agli 8°C. e di agitare prima di ogni uso. Pochi giorni a temperatura ambiente non ne pregiudicano la composizione, ma studi hanno dimostrato che a 25° la concentrazione dei cannabinoidi comincia a diminuire sensibilmente.

E per quanto riguarda il FECO o Rick Simpson Oil?

Per quanto riguarda l’uso e la posologia dell’estratto alcolico di cannabis (resina o olio di Rick Simpson) viene riportata la seguente trattazione.

Bollino rosso

ATTENZIONE: i contenuti seguenti sono riportati per solo scopo divulgativo!!! Fare SEMPRE e SOLO riferimento al Medico

L’uso dell’estratto alcolico di cannabis terapeutica privato del solvente (cioè concentrato), è descritto su Internet come un potente antitumorale. Il presupposto scientifico deriva da diverse pubblicazioni sull’osservata capacità in del THC e CBD ad alte concentrazioni in vitro (cioè in provetta, in laboratorio) e su modelli animali di distruggere cellule cancerose.
Devono ancora essere fatti molti studi per poter dimostrare (se mai ci sarà) che tale attività in vitro è presente anche in vivo (cioè sull’uomo), in maniera riproducibile.
Nonostante tutto, però, sono moltissime le persone che reputano utile questo estratto e chiedono indicazioni sulla posologia: da una parte, essa viene descritta come standardizzata a 1 ml (o 1 grammo) al giorno, mentre in altri casi si evidenzia una correlazione dose dipendente che varia da ogni singola persona.
IMPORTANTE: l’olio di cannabis in olio di oliva NON è l’olio di Rick Simpson!

———————

A firma del Dr. Marco Ternelli, si rende disponibile al download una scheda riepilogativa sulla Cannabis terapeutica in Italia, incluso un appendice con tabelle di equivalenze tra olio, milligrammi e gocce.

Clicca QUI per scaricare il PDF gratuitamente.

———————

Ulteriori informazioni sulla cannabis ad uso medico possono essere reperite sul sito del Ministero della Salute e dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze.

Per cercare e visualizzare le (poche) Farmacie di Farmagalenica in grado di realizzare l’ olio di cannabis terapeutico, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).

Ti potrebbe interessare