I farmaci galenici sono detraibili, sempre, sia che siano farmaci galenici magistrali o officinali o erboristici o salutistici.

I farmaci galenici sono detraibili

I farmaci galenici sono detraibili

Questo perché indipendentemente dalla natura della preparazione, dal punto di vista fiscale un laboratorio galenico di una Farmacia produce sempre e solo farmaci (è il mestiere del farmacista dopo tutto ;-))

Ecco quindi che la crema preparata dalla farmacia, le compresse o capsule realizzate dalla farmacia, le tisane realizzate dalla farmacia, ecc… sono farmaci galenici detraibili.

Affinché si possa detrarre la spesa, è necessario che al momento della vendita del farmaco galenico, la Farmacia rilasci

  1.  o scontrino fiscale “parlante”
  2. o fattura

Nel 99% dei casi viene rilasciato il c. d. (ormai straconosciuto) scontrino fiscale parlante, per detrarre la spesa dei farmaci galenici (stando alle numerose indicazioni dell’Agenzia delle Entrate) è obbligatorio che lo scontrino parlante riporti i seguenti dati:

  1. la dicitura “Medicinale” oppure “Farmaco”
  2. la scritta “Preparazione galenica”
  3. la quantità
  4. il Codice Fiscale del destinatario cioè della persona che dedurrà o detrarrà la spesa; il Codice Fiscale può anche essere di un altro componente del nucleo familiare che sia a carico della persona di cui sopra

Sullo scontrino quindi, non appare e non deve apparire alcun codice alfanumerico come invece si vede negli scontrini che detraggono la spesa per medicinali industriali (il motivo è tecnico, non lo stiamo a spiegare per non annoiare).
Importante: i farmaci galenici sono detraibili con il solo scontrino parlante, NON è assolutamente necessaria la ricetta o copia della ricetta da allegare allo scontrino: al commercialista o CAF è sufficiente presentare lo scontrino con stampati i dati descritti sopra.
Purtroppo alcuni pazienti ci segnalano che in certe situazioni (specialmente nei CAF) regna una grande confusione, cosicché alcuni si vedono richiedere la copia della ricetta mentre altri no. La verità è che in questo caso, come già detto, la copia della ricetta non ci vuole poiché i farmaci galenici sono detraibili con la sola presentazione dello scontrino fiscale parlante che riporti tutti i dati necessari.

Dal punto di vista contabile nel 2013 si può detrarre dall’importo totale lordo il 19% delle spese, oltre la soglia di € 129,11. Il che vuol dire che fino a € 129,11 non si detrae nulla!
Per fare un esempio, una persona che ha speso nel corso dell’anno 500 € per l’acquisto di farmaci (galenici, farmaci industriali e ticket), può detrarre dall’imposta dovuta un importo pari al 19% di 370,89 € (la differenza tra 500 € e 129,11 €), cioè 70,47 €.
Il tetto massimo di spesa detraibile per anno è di € 15.493,71. Quando le spese sanitarie eccedono questo limite, la detrazione relativa può essere ripartita in 4 quote annuali dello stesso importo.