costo farmaci galenici detraibili scontrino parlante

I Farmaci galenici sono detraibili? Si, certo

Ultimo aggiornamento:

I farmaci galenici sono detraibili, sempre, sia che siano farmaci galenici magistrali o officinali o erboristici o salutistici.

In questo articolo verrà spiegato come rendere detraibile gli importi spesi quando si acquistano farmaci galenici.

Cosa si può detrarre dei Farmaci galenici, cioè preparati dal Farmacista?

Indipendentemente dalla natura della preparazione galenica, dal punto di vista fiscale un laboratorio galenico di una Farmacia produce sempre e solo farmaci (è il mestiere del Farmacista dopo tutto ;-))

Ecco quindi che la crema preparata dalla farmacia, le compresse o capsule realizzate dalla farmacia, le tisane realizzate dalla farmacia, il farmaco raro, lo sciroppo del Farmacista, ecc… sono tutti farmaci galenici detraibili.

Cosa serve per far si che i farmaci galenici sono detraibili?

Affinché si possa detrarre la spesa, è necessario che al momento della vendita del farmaco galenico, la Farmacia rilasci

  1. scontrino fiscale “parlante”
  2. in alternativa, fattura fiscale

Scontrino fiscale “parlante”

Nel 99% dei casi viene rilasciato dalla Farmacia, il cosiddetto scontrino fiscale parlante, necessario per detrarre le spese per l’acquisto dei farmaci di qualsiasi tipo: con ricetta, senza ricetta, industriali e galenici.

Per detrarre la spesa dei farmaci galenici (stando alle numerose indicazioni dell’Agenzia delle Entrate) è obbligatorio che lo scontrino parlante riporti i seguenti dati:

  1. la dicitura “Medicinale” oppure “Farmaco”
  2. la scritta “Preparazione galenica”
  3. la quantità
  4. il prezzo
  5. il Codice Fiscale del destinatario cioè della persona che dedurrà o detrarrà la spesa; il Codice Fiscale può anche essere di un altro componente del nucleo familiare che sia a carico della persona di cui sopra

Sullo scontrino quindi, non appare e non deve apparire alcun codice alfanumerico come invece si vede negli scontrini che detraggono la spesa per medicinali industriali (il motivo è tecnico, non lo stiamo a spiegare per non annoiare).

Fattura fiscale

In alternativa allo scontrino fiscale “parlante”, può essere emessa una fattura fiscale che riporti i seguenti dati:

  • la descrizione, per ogni voce, con le esatte parole “Preparazione galenica”
  • la quantità
  • il prezzo
  • l’intestazione: nome, cognome, indirizzo e Codice Fiscale dell’intestatario della fattura, cioè della persona che dedurrà o detrarrà la spesa

Anche in questo caso, quindi, la descrizione non è libera o “in chiaro” (cioè non permette di capire se la preparazione galenica era una (esempi)  “crema per le macchie”, farmaco antitumorale o prodotto a base di erbe.

farmaci galenici sono detraibili prezzo galenico

Qual è l’IVA quando i farmaci galenici sono detraibili?

Il 10%.

Serve copia della ricetta medica?

Assolutamente NO!

I farmaci galenici sono detraibili con il solo scontrino parlante, NON è assolutamente necessaria la ricetta o copia della ricetta da allegare allo scontrino: al commercialista o CAF è sufficiente presentare lo scontrino con stampati i dati descritti sopra.
Stesso discorso per la fattura.

Purtroppo alcuni pazienti segnalano che in certe situazioni (specialmente nei CAF) regna una grande confusione, cosicché alcuni si vedono richiedere la copia della ricetta mentre altri no.

La verità è che in questo caso, come già detto, la copia della ricetta non ci vuole poiché i farmaci galenici sono detraibili con la sola presentazione dello scontrino fiscale parlante che riporti tutti i dati necessari.

Quali sono le aliquote per la detrazione dei farmaci galenici

Dal punto di vista contabile, si può detrarre dall’importo totale lordo il 19% delle spese, oltre la soglia di € 129,11.
Il che vuol dire che fino a € 129,11 non si detrae nulla!

Per fare un esempio, una persona che ha speso nel corso dell’anno 500 € per l’acquisto di farmaci (galenici, farmaci industriali e ticket), può detrarre dall’imposta dovuta un importo pari al 19% di 370,89 € (la differenza tra 500 € e 129,11 €), cioè 70,47 €.

Il tetto massimo di spesa detraibile per anno è di € 15.493,71.
Quando le spese sanitarie eccedono questo limite, la detrazione relativa può essere ripartita in 4 quote annuali dello stesso importo.

Quali Farmacie in Italia preparano farmaci galenici?

Ce ne sono diverse, quelle di Farmagalenica possono essere trovate su Cercagalenico.it.
Una lista di alcune preparazioni galeniche che possono essere realizzate si trova invece a questa pagina.

Subscribe
Notificami
24 Commenti
Più recenti
Più vecchi
Inline Feedbacks
Mostra Tutti i Commenti

Buongiorno, ho una domanda, è possibile preparare prodotti ricorrenti della farmacia creando un prodotto nella banca dati del gestionale? tipo tintura madre X? e se si, in tal caso non essendo indicato nello scontrino il nome della preparazione è sempre detraibile?

[…] non è possibile coltivare canapa e rivenderla alle farmacie affinché ne facciano farmaci galenici […]

[…] non è possibile coltivare canapa e rivenderla alle farmacie affinché ne facciano farmaci galenici […]

[…] non è possibile coltivare canapa e rivenderla alle farmacie affinché ne facciano farmaci galenici […]

[…] verificare il calcolo del prezzo da parte del Farmacista.L’importo di Mebicar farmaco galenico è fiscalmente detraibile, come tutti i farmaci […]

[…] al pubblico per verificare il calcolo del prezzo da parte del Farmacista.L’importo di LAT gel è fiscalmente detraibile, come tutti i farmaci […]

Anche le capsule di CANNABIDIOLO sono considerati farmaci galenici?

“dal punto di vista fiscale un laboratorio galenico di una Farmacia produce sempre e solo farmaci” Questa affermazione è una forzatura; infatti può preparare e vendere prodotti “salutistici” che non sono farmaci e che quindi non sono detraibili.
Solo i prodotti che sono leggittimati da una ricetta medica o dalla contemplazione in una farmacopea europea sono farmaci e quindi scaricabili.

Buongiorno Dottore, avrei 2 domande: 1- Ho un libro di legislazione farmaceutica (Paola Minghetti e Marcello Marchetti, casa editrice ambrosiana) che afferma che appurate le carenze legislative e tecnico scientifiche sulle piante utilizzate in erboristeria, le preparazioni a base di piante officinali possono essere classificate come prodotti a finalità terapeutiche oppure salutari. L’attribuzione ad uno dei due gruppi dipende dipende dalla sua formulazione (come il quantitativo) e anche dalla sua presentazione in farmacia. A questo punto mi chiedo, se faccio uno scontrino con scritto medicinale o farmaco vado a presentare il prodotto come tale, e non come preparazione ad attività… Leggi il resto »

24
0
Condividi una riflessione, lascia un commentox
()
x