Linea Diretta +39 350 5434998 - Orari: 9.00-12.30 / 16.00-19.00 info@farmagalenica.it
Farmagalenica
Informazione su Galenici e Farmacie che fanno Preparazioni Galeniche

In questo articolo si parlerà del minoxidil galenico e delle farmacie di Farmagalenica che sono in grado di allestire nel Laboratorio Galenico minoxidil soluzione cutanea, lozione e schiume.

Pur essendo un prodotto realizzato anche dall’industria, il minoxidil soluzione (farmaco utilizzato nell’alopecia androgenetica, caduta dei capelli) viene spesso preparato dal Farmacista per via delle tantissime sostanze che possono essere aggiunte, per migliorare o potenziare l’azione anticaduta.

Quali formulazioni di minoxidil galenico sono disponibili nelle Farmacie galeniche?

I Farmacisti Galenisti allestiscono diverse formulazioni ad uso cutaneo a base di minoxidil:

  • minoxidil soluzione al 1%
  • minoxidil soluzione al 2%
  • minoxidil soluzione al 4%
  • minoxidil soluzione al 5%
  • minoxidil soluzione al 10%
  • minoxidil soluzione al 12%
  • minoxidil soluzione al 15%
  • eccetera

oppure minoxidil in associazione ad ALTRI principi attivi, in base alle richieste del medico:

  • acido trans retinoico (tretinoina)
  • 17 alfa estradiolo
  • 17 beta estradiolo
  • etinilestradiolo
  • estrone
  • melatonina
  • idrocortisone butirrato
  • ketoconazolo
  • ciproterone acetato
  • progesterone
  • spironolattone
  • acido azelaico
  • finasteride
  • dutasteride
  • caffeina
  • teofillina
  • piridossina
  • zinco solfato
  • antrolina (ditranolo o cignolina)
  • oli essenziali
  • idrossiprogesterone
  • difenciprone
  • acido squarico
  • benzilnicotinato
  • betanaftolo
  • pilocarpina cloridrato
  • estratti vegetali (gingko biloba, fieno greco, …)
  • Espumil
  • Trichosol

Ad uso orale, però il minoxidil nato come antipertensivo, è possibile richiedere la preparazione galenica di minoxidil capsule o compresse (una volta c’era un farmaco in commercio chiamato Loniten®, ora non disponibile in Italia): con ricetta medica, il paziente può assumere quindi una terapia antipertensiva a base di minoxidil.

Si parla spesso di aggiungere latanoprost nel minoxidil galenico

Vengono anche preparate formulazioni di minoxidil galenico con latanoprost, una prostaglandina normalmente utilizzata in colliri per il controllo della pressione oculare, ma che si è visto avere un effetto “collaterale” particolare (un rinfoltimento delle ciglia) che potrebbe avere usi nell’alopecia.

A fronte di risultati spesso soddisfacenti, caratteristica del latanoprost è l’elevato costo, che può essere di diverse decine a svariate centinaia di euro, a seconda della quantità e concentrazione.

Il minoxidil galenico è un farmaco utilizzato da tantissimo tempo contro la calvizie

Nel minoxidil soluzione spesso è presente il transcutol

Il transcutol è una sostanza ben nota a molti utilizzatori del minoxidil galenico: è definito come un enhancer della solubilizzazione e penetrazione del minoxidil, ossia qualcosa che aiuta il minoxidil a solubilizzarsi (e quindi funzionare).
Deve la sua fortuna certamente anche al nome di marchio (Transcutol, sentite come suona bene?), poiché il nome chimico (etossidiglicole) non si prestava probabilmente al palato del pubblico 😉

Da una parte è un’aiuto, dall’altra è un errore ritenere che possa determinare il funzionamento o meno di una terapia anticalvizie a base di minoxidil galenico.

Quanti tipi di minoxidil galenico esistono?

Dal punto di vista chimico, esistono 3 tipi di minoxidil:

  1. minoxidil base
  2. minoxidil solfato
  3. minoxidil dicloridrato (o minoxidil cloridrato)

Dei 3 minoxidil elencati, il “vero”, stabile ed efficace minoxidil se opportunamente formulato, è il minoxidil base (v. più avanti).Volendo essere pignoli, l’uso del minoxidil solfato non è ad oggi possibile per almeno 3 ragioni:

  • non è presente in farmaci o farmacopee europee
  • è una materia prima ad uso tecnico
  • in soluzione acquosa (dove si scioglie facilmente) è instabile e decade gradualmente nel giro di pochi giorni, lasciando il paziente con una boccetta piena di… acqua e alcool.

Da qualche tempo, è possibile preparare soluzioni utilizzando un prodotto brevettato (Aloplus®) che permette di allestire soluzioni acquose di minoxidil base (con conseguente meno irritazione cutanea).

Le confezioni di minoxidil galenico sono normalmente preparate con macchinari appositi per miscelare e disciogliere le sostanze, in contenitori in vetro scuro da 30, 50ml, 100ml, 150ml, 200ml, ma nulla vieta al medico di richiedere in ricetta quantitativi diversi.

Cosa serve per acquistare il minoxidil in Italia?

Da Giugno 2018, il minoxidil galenico fino al 5% incluso (quindi 1%, 2%, 3%, 4%, …) è vendibile senza ricetta medica, esattamente come avviene per il minoxidil prodotto industrialmente (dalle case farmaceutiche).

Concentrazioni superiori al 5% richiedono ricetta medica che può essere:

  • non ripetibile (valida 30 giorni), se prescrive principi attivi come il latanoprost od ormoni.
  • ripetibile (valida 6 mesi per un massimo di 10 preparazioni), nella stragrande maggioranza dei casi.

In alcuni casi (es. latanoprost) la ricetta deve essere redatta secondo l’art. 5 della Legge 94/98 (Legge “Di Bella”), con particolari formalismi poiché il principio attivo viene impiegato per indicazioni diverse da quelle autorizzate (nel caso del latanoprost, autorizzato per il trattamento del glaucoma). E’ comunque compito del medico valutare se il principio attivo indicato è prescritto per le indicazioni terapeutiche autorizzate oppure no.

Come si applica il Minoxidil e qual è la posologia?

Come applicare il minoxidil galenico (o industriale) è sicuramente una delle domande più gettonate, su cui si sono scritti fatti, leggende e miti.

Probabile che la confusione sia alimentata dalle molteplici versioni di minoxidil galenico che si possono preparare (decine se non centinaia di sostanze possono essere aggiunte), il che alimenta la confusione.

Di fatto, la posologia standard del minoxidil sono 2 applicazioni al giorno, ossia una dose al mattino e una alla sera distanziata da circa 10-12 ore: questo garantisce una azione distribuita uniformemente durante la giornata.
L’applicazione deve avvenire sul cuoio capelluto e NON direttamente sul capello, perchè altrimenti si avrebbe una azione ridotta (è come dare da bere alle foglie di una pianta, anziché al terreno).

Una applicazione giornaliera a dosaggio doppio non equivale alle 2 sopra descritte. Alcuni dicono sia sufficiente, ma non c’è letteratura scientifica in merito.

Come conservare il minoxidil soluzione ed evitare problematiche comuni

Il minoxidil galenico viene preparato con formulazioni standardizzate o codificate in testi ufficiali (Farmacopea che prevede acqua, alcool e glicole propilenico), ma in base alle richieste del medico o del paziente può essere preparato con eccipienti diversi in proporzioni differenti o più gradevoli (es. minoxidil galenico senza glicole propilenico).

E’ importante conservare correttamente la soluzione poiché la parte alcolica (specie nei mesi estivi) tende ad evaporare, causando un aumento della concentrazione dei principi attivi con conseguente comparsa di effetti collaterali (es. irritazione del cuocio capelluto e sensibilizzazione cutanea); nei casi peggiori si può addirittura arrivare alla cristallizzazione e precipitazione del minoxidil (si forma una polvere bianca) con conseguente perdita di efficacia del farmaco.

Come funziona il minoxidil e che risultati aspettarsi?

Una cosa importante che il Farmacista deve segnalare al paziente è che nell’uso del minoxidil, ci si deve aspettare un iniziale aumento della caduta dei capelli nelle prime settimane di applicazione (si parla di caduta indotta): ciò indica che il farmaco (contrariamente a quanto la logica suggerirebbe) sta funzionando.

L’efficacia del minoxidil come anticalvizie è ormai accertata. Il farmaco sembra in grado di fermare e talvolta addirittura invertire il progressivo miniaturizzarsi del capello (l’involuzione del pelo terminale a pelo vellus tipica del defluvio androgenetico). È chiaro che il farmaco può agire solo dove esiste un centro germinativo, non potrà quindi mai far crescere peli sui polpastrelli o su una zona di alopecia cicatriziale.

L’effetto terapeutico comincia a manifestarsi dopo un periodo di latenza di circa 4 mesi.
Il minoxidil combatte il sintomo, ossia la progressiva miniaturizzazione dei capelli, ma non agisce minimamente sulle cause genetico-endocrine della calvizie, pertanto la sua efficacia sembra perdurare solo finché viene applicato. Inoltre al momento della sospensione della terapia i follicoli tenuti artificialmente in anagen passano rapidamente in catagen/telogen (fase di “morte” e caduta del capello) provocando un effluvio.

Minoxidil galenico soluzione preparato in Farmacia
Minoxidil galenico soluzione preparato in Farmacia

Quali sono i principali problemi quando si usa il minoxidil soluzione?

Infine alcune domande (e risposte) più frequenti (FAQ) sulle preparazioni liquide di minoxidil soluzione:

Dopo l’applicazione del minoxidil, a volte rimane una patina/polverina bianca sul capello/cuoio capelluto. E normale?


No, questa polvere bianca è solitamente minoxidil ed è farmaco non assorbito, quindi che non esplicherò la sua attività.
Perchè succede? Di solito i motivi sono o perché si usa il minoxidil solfato al posto del base o perchè il farmaco non è ben formulato e (esempio) contiene troppo alcool che solubilizza il minoxidil, ma evapora più velocemente di quanto il minoxidil riesca a penetrare nel cuoio capelluto.

E’ necessario massaggiare prima o dopo l’applicazione del minoxidil?

Si. Massaggiare con la punta dei polpastrelli dopo l’applicazione del minoxidil, serve a stimolare l’afflusso sanguigno localmente in modo che assorba più farmaco e ne permette una migliore distribuzione. Un massaggio pre-applicazione permette di massimizzare l’effetto dato che sin dal primo momento dell’applicazione, il cuoio capelluto è ben irrorato.

Il medico ha prescritto “minoxidil 5%” e sull’etichetta del preparato galenico è riportato “minoxidil solfato 5g in 100ml”. E’ corretto?

No. Anche se dal punto di vista matematico 5 grammi in 100 sono effettivamente il 5%, 5 grammi di minoxidil solfato in 100 grammi sono 5% come “minoxidil solfato”, ma un 4.1% circa di minoxidil: questo perchè la molecola è composta da “minoxidil” e dal gruppo solfato che esiste, occupa spazio!
Quindi il preparato o viene realizzato con minoxidil base oppure bisogna mettere più di 5 grammi di minoxidil solfato (senza dilungarsi in questa sede in calcoli stechiometrici).

E’ possibile ottenere soluzioni STABILI di minoxidil senza glicole propilenico?

Si, è possibile, ma non è semplice. La maggior parte delle preparazioni senza glicole propilenico presentano transcutol nella “speranza” di solubilizzare il Minoxidil ad elevate concentrazioni (es. 4% o 5%). Ma solubilizzare non vuol dire stabilizzare: una soluzione può presentarsi limpida inizialmente per poi precipitare nel tempo a causa di evaporazione dei solventi (es. alcool) o in seguito a raffreddamento.
E’ necessario quindi impiegare altri solubilizzanti, stabilizzanti e acidi organici, non impiegati nelle comuni formulazioni di minoxidil galenico.

Per visualizzare le Farmacie di Farmagalenica in grado di preparare farmaci galenici,  consultare il motore di ricerca Cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).
Per ogni domanda o dubbio, lasciare un messaggio nei commenti qui sotto.

Ti potrebbe interessare

marco ternelli farmacista esperto cannabis terapeutica

Farmacista appassionato di Galenica, Legislazione Farmaceutica e Farmaci al banco. Amministratore di Farmagalenica.it, Farmacosmetica.it, Cercagalenico.it e Preparazionigaleniche.it
Nel 2013 si è specializzato in preparazioni galeniche a base di cannabinoidi e cannabis medica e ha conseguito un Master alla Bedrocan BV. Da sempre lavora in Farmacia.
Iscrizione Albo: https://www.ordinefarmacisti.re.it/farmacista/albo-professionale/ricerca-cognome.html

Pin It on Pinterest

Shares
Share This