Minoxidil galenico, farmaco preparato in Farmacia

Ultimo aggiornamento:

[et_pb_section admin_label=”section”] [et_pb_row admin_label=”row”] [et_pb_column type=”4_4″] [et_pb_text admin_label=”Text”]

In questo articolo si parlerà del minoxidil galenico e delle farmacie di Farmagalenica che sono in grado di allestire nel Laboratorio Galenico minoxidil soluzione cutanea, lozione e schiume.

Pur essendo un prodotto realizzato anche dall’industria, il minoxidil soluzione (farmaco utilizzato nell’alopecia androgenetica, caduta dei capelli) viene spesso preparato dal Farmacista per via delle tantissime sostanze che possono essere aggiunte, per migliorare o potenziare l’azione anticaduta.

Quali formulazioni di minoxidil galenico sono disponibili nelle Farmacie galeniche?

I Farmacisti Galenisti allestiscono diverse formulazioni ad uso cutaneo a base di minoxidil:

  • minoxidil soluzione al 1%
  • minoxidil soluzione al 2%
  • minoxidil soluzione al 4%
  • minoxidil soluzione al 5%
  • minoxidil soluzione al 10%
  • minoxidil soluzione al 12%
  • minoxidil soluzione al 15%
  • eccetera

oppure minoxidil in associazione ad ALTRI principi attivi, in base alle richieste del medico:

  • acido trans retinoico (tretinoina)
  • 17 alfa estradiolo
  • 17 beta estradiolo
  • etinilestradiolo
  • estrone
  • melatonina
  • idrocortisone butirrato
  • ketoconazolo
  • ciproterone acetato
  • progesterone
  • spironolattone
  • acido azelaico
  • finasteride
  • dutasteride
  • caffeina
  • teofillina
  • piridossina
  • zinco solfato
  • antrolina (ditranolo o cignolina)
  • oli essenziali
  • idrossiprogesterone
  • difenciprone
  • acido squarico
  • benzilnicotinato
  • betanaftolo
  • pilocarpina cloridrato
  • estratti vegetali (gingko biloba, fieno greco, …)
  • Espumil
  • Trichosol

Ad uso orale, però il minoxidil nato come antipertensivo, è possibile richiedere la preparazione galenica di minoxidil capsule o compresse (una volta c’era un farmaco in commercio chiamato Loniten®, ora non disponibile in Italia): con ricetta medica, il paziente può assumere quindi una terapia antipertensiva a base di minoxidil.

Si parla spesso di aggiungere latanoprost nel minoxidil galenico

Vengono anche preparate formulazioni di minoxidil galenico con latanoprost, una prostaglandina normalmente utilizzata in colliri per il controllo della pressione oculare, ma che si è visto avere un effetto “collaterale” particolare (un rinfoltimento delle ciglia) che potrebbe avere usi nell’alopecia.

A fronte di risultati spesso soddisfacenti, caratteristica del latanoprost è l’elevato costo, che può essere di diverse decine a svariate centinaia di euro, a seconda della quantità e concentrazione.

Il minoxidil galenico è un farmaco utilizzato da tantissimo tempo contro la calvizie

Nel minoxidil soluzione spesso è presente il transcutol

Il transcutol è una sostanza ben nota a molti utilizzatori del minoxidil galenico: è definito come un enhancer della solubilizzazione e penetrazione del minoxidil, ossia qualcosa che aiuta il minoxidil a solubilizzarsi (e quindi funzionare).
Deve la sua fortuna certamente anche al nome di marchio (Transcutol, sentite come suona bene?), poiché il nome chimico (etossidiglicole) non si prestava probabilmente al palato del pubblico 😉

Da una parte è un’aiuto, dall’altra è un errore ritenere che possa determinare il funzionamento o meno di una terapia anticalvizie a base di minoxidil galenico.

Quanti tipi di minoxidil galenico esistono?

Dal punto di vista chimico, esistono 3 tipi di minoxidil:

  1. minoxidil base
  2. minoxidil solfato
  3. minoxidil dicloridrato (o minoxidil cloridrato)

Dei 3 minoxidil elencati, il “vero”, stabile ed efficace minoxidil se opportunamente formulato, è il minoxidil base (v. più avanti).Volendo essere pignoli, l’uso del minoxidil solfato non è ad oggi possibile per almeno 3 ragioni:

  • non è presente in farmaci o farmacopee europee
  • è una materia prima ad uso tecnico
  • in soluzione acquosa (dove si scioglie facilmente) è instabile e decade gradualmente nel giro di pochi giorni, lasciando il paziente con una boccetta piena di… acqua e alcool.

Da qualche tempo, è possibile preparare soluzioni utilizzando un prodotto brevettato (Aloplus®) che permette di allestire soluzioni acquose di minoxidil base (con conseguente meno irritazione cutanea).

Le confezioni di minoxidil galenico sono normalmente preparate con macchinari appositi per miscelare e disciogliere le sostanze, in contenitori in vetro scuro da 30, 50ml, 100ml, 150ml, 200ml, ma nulla vieta al medico di richiedere in ricetta quantitativi diversi.

Cosa serve per acquistare il minoxidil in Italia?

Da Giugno 2018, il minoxidil galenico fino al 5% incluso (quindi 1%, 2%, 3%, 4%, …) è vendibile senza ricetta medica, esattamente come avviene per il minoxidil prodotto industrialmente (dalle case farmaceutiche).

Concentrazioni superiori al 5% richiedono ricetta medica che può essere:

  • non ripetibile (valida 30 giorni), se prescrive principi attivi come il latanoprost od ormoni.
  • ripetibile (valida 6 mesi per un massimo di 10 preparazioni), nella stragrande maggioranza dei casi.

In alcuni casi (es. latanoprost) la ricetta deve essere redatta secondo l’art. 5 della Legge 94/98 (Legge “Di Bella”), con particolari formalismi poiché il principio attivo viene impiegato per indicazioni diverse da quelle autorizzate (nel caso del latanoprost, autorizzato per il trattamento del glaucoma). E’ comunque compito del medico valutare se il principio attivo indicato è prescritto per le indicazioni terapeutiche autorizzate oppure no.

Come si applica il Minoxidil e qual è la posologia?

Come applicare il minoxidil galenico (o industriale) è sicuramente una delle domande più gettonate, su cui si sono scritti fatti, leggende e miti.

Probabile che la confusione sia alimentata dalle molteplici versioni di minoxidil galenico che si possono preparare (decine se non centinaia di sostanze possono essere aggiunte), il che alimenta la confusione.

Di fatto, la posologia standard del minoxidil sono 2 applicazioni al giorno, ossia una dose al mattino e una alla sera distanziata da circa 10-12 ore: questo garantisce una azione distribuita uniformemente durante la giornata.
L’applicazione deve avvenire sul cuoio capelluto e NON direttamente sul capello, perchè altrimenti si avrebbe una azione ridotta (è come dare da bere alle foglie di una pianta, anziché al terreno).

Una applicazione giornaliera a dosaggio doppio non equivale alle 2 sopra descritte. Alcuni dicono sia sufficiente, ma non c’è letteratura scientifica in merito.

Come conservare il minoxidil soluzione ed evitare problematiche comuni

Il minoxidil galenico viene preparato con formulazioni standardizzate o codificate in testi ufficiali (Farmacopea che prevede acqua, alcool e glicole propilenico), ma in base alle richieste del medico o del paziente può essere preparato con eccipienti diversi in proporzioni differenti o più gradevoli (es. minoxidil galenico senza glicole propilenico).

E’ importante conservare correttamente la soluzione poiché la parte alcolica (specie nei mesi estivi) tende ad evaporare, causando un aumento della concentrazione dei principi attivi con conseguente comparsa di effetti collaterali (es. irritazione del cuocio capelluto e sensibilizzazione cutanea); nei casi peggiori si può addirittura arrivare alla cristallizzazione e precipitazione del minoxidil (si forma una polvere bianca) con conseguente perdita di efficacia del farmaco.

Come funziona il minoxidil e che risultati aspettarsi?

Una cosa importante che il Farmacista deve segnalare al paziente è che nell’uso del minoxidil, ci si deve aspettare un iniziale aumento della caduta dei capelli nelle prime settimane di applicazione (si parla di caduta indotta): ciò indica che il farmaco (contrariamente a quanto la logica suggerirebbe) sta funzionando.

L’efficacia del minoxidil come anticalvizie è ormai accertata. Il farmaco sembra in grado di fermare e talvolta addirittura invertire il progressivo miniaturizzarsi del capello (l’involuzione del pelo terminale a pelo vellus tipica del defluvio androgenetico). È chiaro che il farmaco può agire solo dove esiste un centro germinativo, non potrà quindi mai far crescere peli sui polpastrelli o su una zona di alopecia cicatriziale.

L’effetto terapeutico comincia a manifestarsi dopo un periodo di latenza di circa 4 mesi.
Il minoxidil combatte il sintomo, ossia la progressiva miniaturizzazione dei capelli, ma non agisce minimamente sulle cause genetico-endocrine della calvizie, pertanto la sua efficacia sembra perdurare solo finché viene applicato. Inoltre al momento della sospensione della terapia i follicoli tenuti artificialmente in anagen passano rapidamente in catagen/telogen (fase di “morte” e caduta del capello) provocando un effluvio.

Minoxidil galenico soluzione preparato in Farmacia
Minoxidil galenico soluzione preparato in Farmacia

Quali sono i principali problemi quando si usa il minoxidil soluzione?

Infine alcune domande (e risposte) più frequenti (FAQ) sulle preparazioni liquide di minoxidil soluzione:

Dopo l’applicazione del minoxidil, a volte rimane una patina/polverina bianca sul capello/cuoio capelluto. E normale?


No, questa polvere bianca è solitamente minoxidil ed è farmaco non assorbito, quindi che non esplicherò la sua attività.
Perchè succede? Di solito i motivi sono o perché si usa il minoxidil solfato al posto del base o perchè il farmaco non è ben formulato e (esempio) contiene troppo alcool che solubilizza il minoxidil, ma evapora più velocemente di quanto il minoxidil riesca a penetrare nel cuoio capelluto.

E’ necessario massaggiare prima o dopo l’applicazione del minoxidil?

Si. Massaggiare con la punta dei polpastrelli dopo l’applicazione del minoxidil, serve a stimolare l’afflusso sanguigno localmente in modo che assorba più farmaco e ne permette una migliore distribuzione. Un massaggio pre-applicazione permette di massimizzare l’effetto dato che sin dal primo momento dell’applicazione, il cuoio capelluto è ben irrorato.

Il medico ha prescritto “minoxidil 5%” e sull’etichetta del preparato galenico è riportato “minoxidil solfato 5g in 100ml”. E’ corretto?

No. Anche se dal punto di vista matematico 5 grammi in 100 sono effettivamente il 5%, 5 grammi di minoxidil solfato in 100 grammi sono 5% come “minoxidil solfato”, ma un 4.1% circa di minoxidil: questo perchè la molecola è composta da “minoxidil” e dal gruppo solfato che esiste, occupa spazio!
Quindi il preparato o viene realizzato con minoxidil base oppure bisogna mettere più di 5 grammi di minoxidil solfato (senza dilungarsi in questa sede in calcoli stechiometrici).

E’ possibile ottenere soluzioni STABILI di minoxidil senza glicole propilenico?

Si, è possibile, ma non è semplice. La maggior parte delle preparazioni senza glicole propilenico presentano transcutol nella “speranza” di solubilizzare il Minoxidil ad elevate concentrazioni (es. 4% o 5%). Ma solubilizzare non vuol dire stabilizzare: una soluzione può presentarsi limpida inizialmente per poi precipitare nel tempo a causa di evaporazione dei solventi (es. alcool) o in seguito a raffreddamento.
E’ necessario quindi impiegare altri solubilizzanti, stabilizzanti e acidi organici, non impiegati nelle comuni formulazioni di minoxidil galenico.

Per visualizzare le Farmacie di Farmagalenica in grado di preparare farmaci galenici,  consultare il motore di ricerca Cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).
Per ogni domanda o dubbio, lasciare un messaggio nei commenti qui sotto.

[/et_pb_text] [/et_pb_column] [/et_pb_row] [/et_pb_section]
Subscribe
Notificami
1157 Commenti
Più recenti
Più vecchi
Inline Feedbacks
Mostra Tutti i Commenti

Dott vorrei sapere dell effetto del minoxidil sulla sfera sessuale.Grazie

Egregio Dr.Ternelli,dopo 6 mesi di applicazione di minoxidil foam solo una sola applicazione comincio a manifestare rossore e prurito sullo scalpo,cosa mi suggerisce?

Buon pomeriggio Dottor Ternelli, vorrei sottoporre alla sua gentile attenzione la seguente lozione che mi appresto a utilizzare questa settimana, Vorrei un giudizio circa la formulazione ma soprattutto circa la possibilità di poter recuperare i capelli. Minoxidil 5%, caffeina 0,2%, teofillina 0,2%, melatonina 0,5%, cetirizina 0,5% idrocortisone butirrato 0,01 %, progesterone 2% acido azelaico 1,5%, dutasteride 0,5%, saw-palmetto 0,5%, latanoprost 0,01% , coenzima Q10 allo 0,2%, acetilcisteina 1%, il tutto in una base di… alcool 45%, glicole al 30%, transcutol al 7%, glicerina al 4%, Tween al 1% Io mi chiedevo, ma non è troppa roba messa insieme? Tutti questi… Leggi il resto »

Buonasera dottore, ho ritirato da alcuni giorni in farmacia la mia lozione galenica di minoxidil al 5%, in quanto le lozioni a base di glicole mi danno eritema.
La lozione è così formulata:
-minoxidil 5g
-etanolo 96° 50g
-acqua purificata 25g
-glicerolo 20g
Quantità totale 100g

Ritiene cche questa lozione sia ben equilibrata?
Non vorrei che ci fosse un eccessivo assorbimento di minoxidil con conseguenti effetti collaterali cardiovascolari.
Il mio dubbio risiede nella quantità di glicerolo.
Cosa ne pensa? Posso usarla senza timori?
La rringrazio
Cordiali saluti

Gentile Dottore, la ringrazio per la riposta
Ad oggi è quasi una settimana che ho il preparato e non vedo precipitato sul fondo del flacone.
A questo punto non so cosa pensare.
O il minox è a % minore, oppure hanno riportato dei valori errati sull’etichetta del flacone.
Tuttavia a quanto ho capito, dato che il glicerolo non è sostitutivo del glicole, questa soluzione è del tutto inefficace giusto?
Cosa mi consiglia di fare?
Buttare il flacone e cercare una farmacia in grado di fare una buona preparazione?
Mannaggia
Cordiali Saluti

La ringrazio Dottore, la composizione che ho riportato è quella che è presente sull’etichetta.
Magari la composizione è differente rispetto a ciò che hanno riportato.
Sono grato per la sua disponibilità
Cordiali saluti

Buongiorno dottore, vorrei chiederle un consiglio. Mi è arrivata la seguente ricetta da un dermatologo di zona: -Minoxidil 5% -Progesterone 2% -Acqua 20% -Glicole 10% -Etanolo 96^ q.b. A 100ml Il mio dubbio è che ci sia troppo poco glicole per poter solubilizzare il 5% di minoxidil (solitamente ne uso il 20% per il solo minoxidil 5%), sopratutto considerando anche il 2% di progesterone! Anche perché vorrei evitare di scaldare dato che preferisco lavorare a freddo. La mia domanda è, dal punto di vista sia normativo che tecnologico, posso aggiungere un 5% di transcutol anche se non in ricetta? Mi… Leggi il resto »

Grazie mille, come pensavo infatti. Un 15% potrebbe bastare? Sempre che il medico non abbia delle sue ragioni per tenere il glicole basso (magari è un paziente particolarmente sensibile a irritazione) in tal caso forse sarebbe il caso di cambiare proprio formulazione? Cosa mi consiglierebbe?

Come pensavo il dermatologo mi ha confermato che vuole tenere il glicole più basso possibile, dato che è un paziente che ha avuto problemi di desquamazione proprio con il glicole. Ho visto che esistono degli studi di solubilità del progesterone in ciclodestrine, quindi “forse” il progesterone potrebbe solubilizzarsi in aloplus che è a base di ciclodestrine? Sarebbe possibile secondo lei fare una soluzione di minoxidil 5% + progesterone 2% in aloplus o non riuscirebbe a solubilizzare entrambi? O in alternativa sostituire una parte di aloplus con etanolo per solubilizzare il progesterone? Avevo pensato anche al ciclosilicone ed etanolo ma con… Leggi il resto »

Salve il mio dubbio era se minoxidil o il latanoprost o il transcutol portano problemi per eventuali test alla guida.
Grazie

Grazie per l’informazione ero dubbioso perché da un test al capello mi dicevano che la soluzione galenica aveva alterato i risultati e quindi dovevano ripeterli..e pensavo potevano farmi problemi.

Perfetto ma dico non credo possa essere un problema al fine di circolazione non sono segnalati come doping a come mi dice il farmacista.
Grazie anticipatamente per la risposta

Nella preparazione sotto descritta ho dimenticato di aggiungere: Melatonina 1%, che più mi preoccupa per quello che si apprende dai forum, grazie ancora di tutto.

Dott Ternelli Buongiorno e buona domenica, vorrei un parere su una lozione prescrittami, premetto che soffro di una forma di Alopecia molto severa, e lo stesso dermatologo mi ha invitato effettuare una fase di attacco per circa due mesi utilizzando la seguente preparazione galenica: Minoxidil 5%, dutasteride 2%, Saw palmetto 2%, idrocortisone butirrato 3%, caffeina 0,5%, teofillina 1%, cetirizina 1%, il tutto solubilizzato in alcool 45%, glicole propilenico al 30%, transcutol al 5%, glicerolo al 5%, polisorbato al 1%. Documentandomi su internet apprendo che le percentuali prescritta Sono leggermente alte, è anche vero che dopo due mesi la stessa lozione… Leggi il resto »

Dottore Buon pomeriggio, vorrei alcune delucidazioni se possibile…
Ho trovato un signore che nn è affatto farmacista ma appassionato di galenica, lo stesso produce e vende anche in rete minoxidil al di sotto del 5 %, giustificando che dal 5% in poi occorre ricetta. Ma può farlo?
Ho notato che ha clienti soddisfatti e prezzi accessibili…

1157
0
Condividi una riflessione, lascia un commentox
()
x