Costo cannabis terapeutica: 9€ al grammo pro e contro

costo cannabis terapeutica grammo farmacia farmagalenica

Costo cannabis terapeutica a 9€ al grammo. Dov’è la fregatura?

Oggi si affronta un argomento molto attuale, già trattato in passato su Farmagalenica (in questo articolo e quest’altro dedicato alla FM2), ossia il costo cannabis terapeutica in Italia che i pazienti pagano ogni qualvolta ritirano il Farmaco a base di cannabis medica in Farmacie aperte al pubblico.

Riassumendo all’essenziale, fino ad oggi il prezzo di vendita della cannabis al paziente era di:

  • 18-22€ (IVA 10% inclusa) al grammo per la cannabis olandese
  • 15,14€ (IVA 10% inclusa) al grammo per la cannabis italiana

Il prezzo di acquisto della cannabis olandese era dunque ottenuto da un prezzo di acquisto compreso tra i i 9-10€ + IVA 22%, mentre quello della cannabis italiana era fissato dal Ministero della Salute a 6,88€ + IVA 22% + 20€ (valore medio) spese fisse di spedizione.

NOTA: sulle spese fisse di spedizione della cannabis FM2, il lettore avrà intuito che se il Farmacista acquista

  • 10 grammi FM2, il costo al grammo della cannabis diventa (inclusivo di spese spedizione) 8,88€ + IVA 22% = 10,83€ (costo cannabis al Farmacista)
  • 20 grammi FM2, il costo al grammo della cannabis diventa (inclusivo di spese spedizione) 7,88€ + IVA 22% = 9,61€ (costo cannabis al Farmacista)
  • 30 grammi FM2, il costo al grammo della cannabis diventa (inclusivo di spese spedizione) 7,55€ + IVA 22% = 9,21€ (costo cannabis al Farmacista)

Si capisce bene come più cannabis FM2 il Farmacista ordina, più è ammortizzata la spesa fissa della spedizione. Se ne ordinasse (es.) 400 grammi certamente l’impatto sarebbe irrisorio. Col solo problema di dover acquistare molta più cannabis (investimento di 3357€), trovarsi con una sostanza stupefacente a ridottissima scadenza (ad oggi, 4-5 mesi residui) da distruggere successivamente con oneri aggiuntivi e rischiare di essere segnalato dal Ministero per “propaganda pubblicitaria indiretta” per i quantitativi “ingenti” di cannabis FM2 richiesta (vedi quiqui, qui, qui e qui).

Vale anche la pena ricordare come varia l’IVA della cannabis (o di qualsiasi altra materia prima che transita in un Laboratorio Galenico):

  • cannabis acquistata dal Farmacista (dal grossista) come materia prima (per essere lavorata/ripartita): IVA 22%
  • cannabis venduta dal Farmacista (al paziente) come farmaco finito: IVA 10%

Infine, ricordiamo da cosa è composto il prezzo di un farmaco galenico finito, cannabis o non cannabis:

  1. il prezzo di vendita delle materie prime
  2. l’onorario professionale del farmacista
  3. (eventuali) diritti addizionali
  4. (eventuale) costo recipiente

A scanso di equivoci, si chiarisce (casomai ce ne fosse ancora bisogno) che il prezzo al grammo di vendita NON è il prezzo finito del farmaco galenico di cannabis, ma va addizionato di onorario, diritti addizionali e recipiente.

Poichè la cannabis non era inclusa nella Tariffa Nazionale dei Medicinali, il costo della materia prima (ossia il prezzo di vendita della cannabis) era ottenuto per Legge (secondo la Tariffa Nazionale dei Medicamenti) dal Farmacista raddoppiando il prezzo netto di acquisto (privato dell’IVA di acquisto al 22%) e aggiungendo l’IVA dei medicinali (al 10%).

La notizia: è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale n° 127 del 3 giugno 2017 (quindi NON ANCORA IN VIGORE!!!!!!! Lo sarà dal 18 Giugno 2017) l’inserimento nella tariffa Nazionale dei Medicinali la voce “Cannabis infiorescenza 1 grammo 9€“.
Cosa vuol dire? Che il prezzo di 9€ al grammo (IVA inclusa) è il prezzo IMPOSTO e FISSO (a qualsiasi varietà di cannabis, italiana o olandese) a cui il Farmacista dovrà vendere al pubblico, indipendentemente dal prezzo di acquisto da parte del Farmacista.

In altre parole, non importa che il farmacista paghi la cannabis 7-8-9-10€/grammo + IVA 22% (8,54€-9,76€-10,98€-12,2€ IVA inclusa): DEVE OBBLIGATORIAMENTE VENDERLA a 9€ al grammo (IVA 10% inclusa) cioè 8.18€ + IVA 10%.

Con calma, vediamo i vantaggi e gli svantaggi di questo fatto.

VANTAGGI (PRO)

  • I pazienti spenderanno meno perchè calerà il costo della materia prima => minor costo del farmaco galenico finito

SVANTAGGI (CONTRO)

  • col passare del tempo, sarà sempre più difficile trovare farmacie che dispensano cannabis.
  • non ci sarà più la capillarità della distribuzione che si era formata e si stava formando
  • sarà necessario ricercare, con tempo a fatica quelle poche farmacie rimaste a preparare cannabis (magari con motori di ricerca come Cercagalenico.it, che il Ministero della Salute – UCS, considera “propaganda pubblicitaria indiretta”).
  • sarà necessario ricorrere alle importazioni dirette, ma solo se la AUSL è organizzata: addio uniformità sul territorio italiano (a pagamento), addio tempi celeri tramite la farmacia, addio medico di base che può fare la ricetta, addio comodità della farmacia sotto casa.
  • rimarranno le farmacie ospedaliere (quante poche sono ad oggi?) a produrre galenici a base di cannabis, ma solo per quei pazienti che hanno diritto alla rimborsabilità. Chi acquistava cannabis a pagamento, ricade nei punti precedenti.

Una domanda su tutte: perchè ci saranno sempre meno farmacie che preparano cannabis terapeutica?

Certamente i lettori avranno già colto o intuito: si tratta di vendere un farmaco ad un prezzo di vendita più basso di quello di acquisto, ossia sottocosto.
Quale Farmacista (o qualsiasi altro mestiere vi venga in mente) vorrà quindi pagare 10, per vendere a 9?
Da qui, un prevedibile e logico ridimensionamento del numero di farmacie che potranno “decidere” o “permettersi” di sobbarcarsi i costi e continuare la preparazione del farmaco.
Vale la pena ricordare che la Legge prevede che una farmacia debba eseguire una preparazione galenica nel più breve tempo possibile, MA se non è in grado di preparala può rifiutarla dando informazioni sulla farmacia più vicina in grado di eseguire la preparazione (ad esempio, sempre ricorrendo a motori di ricerca come Cercagalenico.it).

Ma è davvero insostenibile la preparazione di un farmaco galenico a base di cannabis con questi prezzi? Non c’è anche l’onorario professionale a “compensare”?

Esempi per chiarire, riprendendo l’elenco iniziale su come è composto il prezzo di un farmaco galenico a base di cannabis.
Attenzione: sono esempi indicativi e possono contenere errori formali o di calcolo. Il lettore/paziente può controllarli utilizzando la Tabella onorario professionale (che per Legge deve essere “ostensibile al pubblico”).

ESEMPIO 1: 30 CARTINE DA 100MG DI FM2 (totale 3 grammi di cannabis)

  1. il prezzo di vendita delle materie prime: 27€
  2. l’onorario professionale (calcolato) del Farmacista: 7,80€
  3. (eventuali) diritti addizionali: 1,55€ (sostanza stupefacente)
  4. (eventuale) costo recipiente: 0-10€

Prezzo finale di vendita (IVA inclusa): 36,35€
Tempo di lavoro (50 secondi a cartina + adempimenti di Legge): 40 minuti circa
Costi acquisto FM2 da parte del Farmacista (IVA inclusa): 27,63€
36,35 – 27,63 = 8,72€, a cui scorporare IVA (per semplicità usiamo 10%) = 7,93€
Nota: per semplicità non sono stati inclusi nel calcolo i costi indiretti e passivi, quali ammortamenti, macchinari, utenze, assicurazioni, ecc..

ESEMPIO 2: 30 CARTINE DA 100MG DI BEDROCAN (totale 3 grammi di cannabis)

  1. il prezzo di vendita delle materie prime: 27€
  2. l’onorario professionale (calcolato) del Farmacista: 7,80€
  3. (eventuali) diritti addizionali: 1,55€ (sostanza stupefacente)
  4. (eventuale) costo recipiente: 0-10€

Prezzo finale di vendita (IVA inclusa): 36,35€
Tempo di lavoro (50 secondi a cartina + adempimenti di Legge): 40 minuti circa
Costi acquisto Bedrocan da parte del Farmacista (IVA inclusa): 32,94€
36,35 – 32,94 = 4,01€, a cui scorporare IVA (per semplicità usiamo 10%) = 3,65€
Nota: per semplicità non sono stati inclusi nel calcolo i costi indiretti e passivi, quali ammortamenti, macchinari, utenze, assicurazioni, ecc..

ESEMPIO 3: 50 ML OLIO DI CANNABIS IN 5G DI FM2

  1. il prezzo di vendita delle materie prime: 45€
  2. l’onorario professionale (calcolato) del Farmacista: 5,91
  3. (eventuali) diritti addizionali: 1,55€ (sostanza stupefacente)
  4. (eventuale) costo recipiente: 0-10€

Prezzo finale di vendita (IVA inclusa): 52,46€
Tempo di lavoro (preparazione olio + adempimenti di Legge): 4 ore circa
Costi acquisto Bedrocan da parte del Farmacista (IVA inclusa): 46,06€
Costi analisi previste dal DM 9/11/15: 40-60€
52,46 – 46,06€ = 6,04€, a cui scorporare IVA (per semplicità usiamo 10%) = 5,49€
Nota: per semplicità non sono stati inclusi nel calcolo i costi indiretti e passivi, quali ammortamenti, macchinari, utenze, assicurazioni, ecc..

ESEMPIO 4: 50 ML OLIO DI CANNABIS IN 5G DI BEDROCAN

  1. il prezzo di vendita delle materie prime: 45€
  2. l’onorario professionale (calcolato) del Farmacista: 5,91€
  3. (eventuali) diritti addizionali: 1,55€ (sostanza stupefacente)
  4. (eventuale) costo recipiente: 0-10€

Prezzo finale di vendita (IVA inclusa): 52,46€
Tempo di lavoro (preparazione olio + adempimenti di Legge): 4 ore circa
Costi acquisto Bedrocan da parte del Farmacista (IVA inclusa): 54,90€
Costi analisi previste dal DM 9/11/15: 40-60€
52,46 – 54,90 = -2,44€ (RICAVO NEGATIVO!)
Nota: per semplicità non sono stati inclusi nel calcolo i costi indiretti e passivi, quali ammortamenti, macchinari, utenze, assicurazioni, ecc..

Quanto costa un Farmacista per 1 ora di lavoro? La risposta è in questo articolo.
Indizio: si parte dai 20€/ora in su…

Diversi pazienti (grazie!) hanno avanzato proposte in seguito alla notizia del costo cannabis a 9€ per trovare una soluzione. Eccone alcune

Cedere i flaconi in quanto tali senza lavorarli: non si può, è illegale (spiegazione precisa in questo articolo).

Acquistare la cannabis in gruppi di farmacie per ridurre spese di spedizione: non è possibile, in quanto ogni singola farmacia ha possibilità di acquistare stupefacenti solo ed esclusivamente per se.

Le farmacie potrebbero importare la cannabis direttamente dall’Olanda bypassando il fornitore italiano: no, non è possibile perchè alle farmacie territoriali NON viene concessa l’autorizzazione all’importazione.

Altre considerazioni?

  • a parità di costo cannabis di vendita (9€/grammo), i pazienti (o medici) potrebbero essere portati a prescrivere la cannabis olandese, già abituati a prescriverla da anni. Perchè dovrebbero passare alla varietà italiana se i costi sono gli stessi?
  • in base al Decreto c.d. Cresci Italia di Monti, gli onorari professionali sono stati aboliti, liberalizzando in questo modo le tariffe. La cosa è quindi valida anche per i Farmacisti che, in tutto questo discorso, possono compensare le perdite.
  • perchè mettere mano SOLO al prezzo della Cannabis della Tariffa dei Medicinali, quando il Ministero avrebbe potuto aggiornare anche gli onorari professionali dei Farmacisti, fermi al 1993 (millenovecentonovantatre), mantenendo un certo equilibrio ed evitando di mettere a rischio l’accesso al farmaco da parte dei pazienti?
  • (curiosità) in America, la cannabis farmaceutica ad uso medico (non ludico) costa sui 15$/grammo.

I Farmacisti sanno quanto è delicato questo tema, come sia facile passare dalla parte del torto in un attimo, diventando loro (i Farmacisti) “approfittatori” o “furbetti” che rialzano (legittimamente) il prezzo di onorari professionali per compensare un calo del costo della materia prima.
Così come si potrebbe accusare il Farmacista che
1. se non prepara più cannabis terapeutica “lo faceva solo perchè ci guadagnava”.
2. se il Farmacista continua a prepararla “allora vuol dire che può permetterselo e va bene così”.
Dovrebbe essere chiaro che si tratta di SOPRAVVIVENZA del SERVIZIO di preparazione di farmaci alla cannabis e che non è speculazione, ma necessità di permettere a Voi pazienti di continuare a rifornirvi della terapia di cui avete bisogno e diritto!

Ulteriori informazioni sulla cannabis ad uso medico possono essere reperite sul sito del Ministero della Salute e dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze.

Per cercare e visualizzare la Farmacie di Farmagalenica in grado di preparare cannabis terapeutica consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina.

Questo articolo è stato pubblicato in Cannabis e contrassegnato come da Dr. Marco Ternelli . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Dr. Marco Ternelli

Dr. Marco Ternelli, farmacista appassionato di Galenica, Legislazione Farmaceutica e Farmaci al banco. Autore del blog Farmalegge. Amministratore di Farmagalenica.it, Cercagalenico.it e Preparazionigaleniche.it Nel 2013 si è specializzato in preparazioni galeniche a base di cannabinoidi e cannabis e ha conseguito un Master alla Bedrocan BV nel 2014. Da sempre lavora presso la Farmacia Dr. Ternelli (RE).

8 pensieri su “Costo cannabis terapeutica: 9€ al grammo pro e contro

  1. Capisco i contro di chi ci lavora , non capisco l’iva sul farmaco , ( mi domando se sia così su altri farmaci ?)
    Inoltre se mi viene venduto come arriva in barattolini , i costi di divisione in cartine e eventuali contenitori non c’è.
    Fin qui da paziente, se il costo Bedrocan e’ 9€ il g , mi può andare bene ( una buona cannabis tanto la pago al mercato nero +o- ci siamo)
    Se me la faccio da sola ( 0 costi a km 0) .
    Quello su cui non mi trovo sono i costi fino a qui ! ( a me mi hanno chiesto 190€ per 5g ) Farmacia Petrone , (alcuni mesi fa ) . che già in passato era ambigua , e mi propose di acquistare meno prodotto 3,5g per 160€ ( qui non vedo il risparmio , anzi un rincaro ) .un altra farmacia , e’ stata più (“onesta”) , e la dott ( ridendoci sopra ) 30 anni fa già conoscevamo i benefici ( terapeutici e non ) e piantavamo i semini e si fumava .
    (intanto i fiori sono gli stessi) . Suggerimento che non aveva bisogno di spiegazioni . Mi domando un farmacista più negare un farmaco prescritto ? , se il prezzo finale è 9€g e non ci guadagna ? Si presuppone che la TERAPIA non è un CAPRICCIO e se il luogo di vendita e’ la Farmacia , sta all Farmacista a far presente al legislatore i PROBLEMI,
    ( possibile che chi fa mercato nero , ha un costo finale per il “cliente” ) sempre vantaggioso ?
    La mia riflessione e’ che il COSTO di partenza , e’ già INGIGANTITO a dismisura , e viene GIUSTIFICATO da cavilli , spedizioni , divisione , IVA , e TITOLAZIONE …. Ma non è uguale per tutte le preparazioni Galeniche ?
    Ringrazio lei Dott , che un ragionamento e lo fa , ma ringrazio anche chi con la stessa sincerità , mi consiglia l’AUTOPRODUZIONE

  2. dato l’irrisorio quantitativo della pessima FM2 italiana insufficiente a soddisfare la richiesta interna è evidente che fissare il costo di vendita a 9 euro – grammo per la cannabis di importazione significa volere sabotare la distribuizione della cannabis terapeutica , ai farmacisti un prodotto che non genera profitto non interessa,..la disobbedienza civile con l’ autoproduzione ad uso personale è la soluzione del problema .

  3. Mi sembra di sentire Totò , nella scenetta ( non son Pasquale ) , accettava tutto ( schiaffi offese ) dirette a Pasquale…..senza reagire , (lui non era Pasquale!😵 ……qui pasquale chi è?

  4. Tempestiamo di richieste le Farmacie Territoriali ASL , le Ospedaliere , e la Farmacia Militare di Firenze ….. Se non son Pasquali non si Offendono 😵….

  5. Il vero e’ che si vuol boicottare la Cannabis, perché da sola potrebbe soppiantare molti farmaci , e li le farmacie diventate supermercato di pillole dove per un problema , c’è un ampia scelta (vedi FANS ) , mentre un Infiorescenza da sola ( con ie giusta posologia ) può alleviare , curare e guarire molte sintomatologie e patologie . Parlo da Paziente cresciuta con pochi Farmaci 50 anni fa funzionavano i rimedi della Nonna

  6. Pingback: Vendita cannabis in Farmacia: situazione 2017 - Farmagalenica

  7. Pingback: Olio di CBD, attenzione ai costi nascosti - Farmagalenica

  8. Pingback: Focus cannabis: il problema della reperibilità del farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *