Linea Diretta +39 350 5434998 - Orari: 9.00-12.30 / 16.00-19.00 info@farmagalenica.it
Farmagalenica
Informazione su Galenici e Farmacie che fanno Preparazioni Galeniche

La somministrazione transdermica può essere una valida alternativa per far assumere i farmaci veterinari agli animali; quando le terapie per bocca creano difficoltà o hanno molti effetti collaterali si può prendere in considerazione una terapia transdermica dove il farmaco è assorbito dalla cute.

somministrazione transdermica per terapia transdermica
La somministrazione transdermica di farmaci veterinari può essere una valida alternativa alle terapie orali

Dopo i cerotti transdermici, più adatti alla cute delle persone, per gli animali il medico veterinario può richiedere la preparazione di farmaci per la somministrazione transdermica (topica).

Alcune Farmacie di Farmagalenica possono allestire farmaci veterinari galenici per la terapia transdermica nel loro laboratorio (v. fine articolo per la lista completa delle farmacie).

Somministrare farmaci a cani e gatti tramite la somministrazione transdermica è un’opportunità interessantissima per il Veterinario.

Cos’è la somministrazione transdermica?

La somministrazione transdermica utilizza la cute per veicolare un farmaco all’interno di un organismo. Perché una terapia transdermica sia efficace deve assicurare che il principio attivo riesca ad arrivare alle giuste concentrazioni nel circolo sanguigno.

L’uso della somministrazione transdermica tramite PLO, Pluronic Lecitin Organogel, permette infatti l’assunzione di un farmaco per via cutanea garantendo lo stesso assorbimento che si ottiene per via orale.

Un esempio lo potete trovare a questo articolo della rivista scientifica Drug Delivery, cliccando QUI.

In parole semplici, anziché somministrare la dose di farmaco richiesta in compresse/capsule/liquidi, si spalma un piccolo quantitativo di gel sulla pelle dell’animale e il farmaco viene assorbito con una biodisponibilità uguale a quella della via orale.

Basta dunque alle “lotte” o forzature all’animale per fare “ingoiare la pillola”.

Quali farmaci per la somministrazione cutanea si possono richiedere?

Il veterinario può richiedere ad alcune farmacie di allestire farmaci per una terapia transcutanea. Con una terapia transdermica vari studi hanno osservato una diminuzione degli effetti collaterali respetto ad una terapia orale, come dimostra anche questo articolo: Antinociceptive effects of pluronic lecithin organo (PLO)-opioid gels in rats with thermal injury

I principi attivi che si possono preparare per una somministrazione cutanea sono:

  • anestetici: lidocaina, prilocaina, tetracaina
  • neurologici: amitriptilina, capsaicina, clonidina, gabapentin, fenitoina
  • FANS: diclofenac, ibuprofene, indometacina, ketoprofene
  • analgesici: paracetamolo (volendo idromorfone, morfina solfato)
  • antidepressivi: fluoxetina
  • altri: tiamazolo (Tapazole)
  • betabloccanti: atenololo

In questo articolo di Farmagalenica viene trattato nello specifico il tiamazolo transdermico: Metimazolo nel gatto: tiamazolo gel transdermico

Come si preparano i farmaci per la somministrazione transcutanea?

terapia trasdermica e somministrazione trasdermica
Terapia transdermica con gel PLO in siringhe preriempite

Per la somministrazione transcutanea e per fare in modo che le terapie risultino efficaci, nel laboratorio galenico delle farmacie, vengono allestite delle siringhe preriempite contenenti un gel transdermico con il farmaco nella concentrazione desiderata dal veterinario (es. fluoxetina 2mg/ml).

Il gel transdermico PLO, Pluronic Lecitin Organogel, è ottenuto a partire da gel pluronico (Pluronic) e soluzione di lecitina di soia palmitato, 
tramite l’uso di macchinari specifici.

Come avere farmaci per la somministrazione transdermica?

Il veterinario decide se è consigliabile o meno una terapia trasdermica.

Quindi, indipendentemente dal tipi di principio attivo, per TUTTE le preparazioni galeniche veterinarie destinate alla somministrazione transdermica si deve presentare in farmacia una ricetta veterinaria.
La ricetta è NON RIPETIBILE in copia semplice per animali nDPA, Non Destinati alla Produzione di Alimenti (es. cane, gatto, criceto).

Si deve invece presentare una ricetta veterinaria NON RIPETIBILE in triplice copia se i farmaci sono destinati ad animali DPA, Destinati alla Produzione di Alimenti (es. ovini, bovini, ecc..).

All’atto della dispensazione dei farmaci transdermici, in Farmacia vengono fornite alla persona interessata tutte le informazioni necessarie alla corretta somministrazione e manipolazione.

Come somministrare farmaci per la via transdermica?

Quando si maneggiano farmaci galenici per la somministrazione transdermica è bene seguire alcune informazioni per non influire sull’efficacia del farmaco.

Conservazione dei farmaci per la terapia transdermica

La conservazione consigliata per i gel transdermici solitamente è a temperatura ambiente (sotto i 25, massimo 30°C), mai in frigorifero se non diversamente indicato.

Gli organogel hanno una interessante proprietà: sono liquidi a basse temperature e solidi ad alte. Superare certe temperature può portare ad un indurimento del gel così come basse temperature possono portare alla sua liquefazione.

Come somministrare una terapia transdermica?

Quando si manipola il gel transcutaneo prestare sempre molta attenzione.
Durante una somministrazione transdermica indossare sempre dei guanti. Questo perché il farmaco passa dalla pelle al sangue rapidamente e anche piccole quantità di gel che cadono sulla pelle della persona possono causare assorbimento del farmaco, con potenziali effetti sistemici.

Scadenza del gel transdermico veterinari

Rispettare la data di scadenza indicata. Sembra una banalità ma, nel caso di una terapia transdermica, in base al tipo di farmaco si possono avere scadenze del gel diverse legate alla stabilità del principio attivo.

Usare gel pluronici nella terapia transdermica dopo la data di scadenza può equivalere a non somministrare nessun farmaco all’animale o a somministrare il farmaco sotto dosato.

Precauzioni con il gel transdermico

Non ingerire il gel transdermico. Anche questa può sembrare una banalità, ma è importantissimo non commettere l’errore di ingerire il gel e pensando agli animali di non farglielo ingerire.

Il punto per la somministrazione transcutanea negli animali deve essere privo di peli e impossibile da raggiungere con la lingua.
Se vi state chiedendo…DOVE? Il punto migliore è l’interno dell’orecchio!

Cercare farmacie che preparano farmaci per la somministrazione transdermica

Per cercare quali Farmacie di Farmagalenica sono in grado di realizzare questi farmaci per la somministrazione transdermica, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).

Pin It on Pinterest

Shares
Share This