Voriconazolo collirio galenico: preparazione in Farmacia

Nell’articolo di oggi parliamo di un farmaco (il voriconazolo collirio galenico) che esiste e che il paziente può utilizzare per curarsi grazie solo al lavoro del Farmacista Galenista, che lo allestisce e prepara nel Laboratorio Galenico della Farmacia (v. in fondo all’articolo per la lista delle farmacie).

Che cos’è il voriconazolo collirio, come è creato, quali possibilità ci sono e come si acquista sono solo alcune delle risposte che troverete nell’articolo che segue.

Cos’è il voriconazolo

Il voriconazolo è un antinfungino.

Esso inibisce l’enzima 14α-metil-lanosterolo-demetilasi, citocromo P450 dipendente coinvolto nella sintesi dell’ergosterolo, nella membrana citoplasmatica dei funghi. Impedendo la biosintesi dell’ergosterolo, si accumulano 14α-metilsteroli che possono distruggere la struttura dei fosfolipidi di membrana, bloccando l’accrescimento dei funghi.

Trova diversi impieghi quali

  1. aspergillosi invasive da Aspergillus fumigatus
  2. infezioni da Candida albicans resistenti al fluconazolo
  3. infezioni da Scedosporium spp. e Fusarium spp.
  4. candidosi esofagee
  5. in pazienti intolleranti o refrattari ad altre terapie

Esistono diversi studi, uno molto importante ed esteso, che mostrano l’efficacia del voriconazolo collirio raggiungibile a https://ichgcp.net/it/clinical-trials-registry/NCT03230058

Per maggiori informazioni sulle cheratiti mitotiche, è disponibile questo PDF da scaricare.

Voriconazolo collirio in Italia

Il collirio antimicotico a base di voriconazolo viene impiegato in pazienti con infezioni gravi da Candida Albicans e Fusarium già trattati per via sistemica con tutte le strategie terapeutiche, destinati alla perdita totale della vista o in alcuni casi anche dell’occhio

Dritti al punto: non esiste un farmaco industriale in collirio, pronto all’uso a base di voriconazolo in Italia.

E quindi? Che si fa?
Semplice, si chiede che venga preparato dal Farmacista Galenista partendo o da altri farmaci a base di voriconazolo o dalla materia prima purissima:

  1. diluendo un farmaco commerciale iniettabile come il Vfend® della Pfizer
  2. allestendo il farmaco da “0”, partendo dalla materia prima voriconazolo

Il primo caso è il più semplice e consente di risolvere alcune problematiche tecniche (es. la bassa solubilità del voriconazolo in acqua): partendo da fiale iniettabili, si diluisce e ripartisce opportunamente il liquido fino alla concentrazione desiderata di voriconazolo.
Il secondo caso permette invece di variare a piacere la composizione e concentrazione del collirio dato che il Farmacista è libero di creare il farmaco secondo necessità.

È prassi diluire il Vfend iniettabile per ottenere la giusta concentrazione di voriconazolo collirio galenico. Ma se il Vfend® non è reperibile… come fare?

La risposta è ovvia 🙂

L’aiuto del Farmacista Galenista nel fornire il voriconazolo collirio

Il Farmacista Galenista dispone di camere bianche in cui allestire il voriconazolo collirio galenico che deve essere sterile e puro. Il fatto di realizzarlo partendo da una materia prima ha diversi vantaggi che qui sono brevemente vantaggi:

  • possibilità di realizzare qualsiasi concentrazione desiderata, 0.4%, 0.8%, 1%, 1.2%, 2% ecc fatti salvi i limiti tecnologici
  • possibilità di realizzare qualsiasi quantità di collirio (es. 5 ml, 10ml, 20 ml, ecc…) anche se la quantità standard è di un flacone da 10ml
  • possibilità di aggiungere o rimuovere eccipienti o stabilizzanti cui il paziente può essere allergico o intollerante
  • ultima, ma forse più importante: la possibilità di disporre di un farmaco per curare una patologia che altrimenti potrebbe essere non trattabile!

Uso e conservazione del collirio galenico

In base al tipo di infezione in corso e alla gravità, il Medico potrà impostare la terapia con il collirio in maniera differente, da 1 goccia da somministrare ogni ora a 1 goccia ogni TOT ore.

Si tratta di un farmaco facilmente deperibile che deve essere conservato sempre in frigorifero tra 2 – 8°C.

Gli studi ad oggi disponibili indicano che il voriconazolo collirio è stabile fino a 120 giorni dalla data di preparazione, con una perdita di attività < 10%. Pertanto solitamente la scadenza assegnata è di massimo 90 giorni dalla data di produzione, al fine di garantirne la massima efficacia; una volta aperto, però, va utilizzato ed eventualmente gettato entro 30 giorni.

Normativa per la vendita del voriconazolo collirio galenico

Il voriconazolo collirio galenico può essere acquistato come farmaco galenico sia per uso umano che veterinario.

Voriconazolo collirio ad uso umano da materia prima [consigliato]

Salvo il volere specifico, il Medico non deve preoccuparsi di prescrivere Vfend® e poi richiedere la preparazione: sarà il Farmacista Galenista a valutare cosa è reperibile per la preparazione del collirio.
Pertanto, in base alla Tabella 4 della Farmacopea Italiana XII edizione, quando si richiede la preparazione del collirio partendo dalla materia prima pura, per la preparazione e vendita è necessaria una ricetta medica ripetibile che può essere redatta da qualsiasi medico, valida 10 volte per un massimo di 6 mesi.

Voriconazolo collirio ad uso umano da Vfend iniettabile®

Se però il Medico vuole utilizzare il Vfend® iniettabile per ottenere il collirio vale la pena ricordare che esso è soggetto a ricetta non ripetibile limitativa, pertanto potrà essere prescritto solo da centri ospedalieri e specialisti. Inoltre, in questo caso la prescrizione sarà off-label che richiederà il consenso informato.

Voriconazolo collirio ad uso veterinario

Il Veterinario potrà prescrivere il collirio tramite una Ricetta Elettronica Veterinaria Galenica (REVG) che sarà non ripetibile semplice se per animali nDPA (cani, gatti, ecc…) o non ripetibile in triplice copia se per animali DPA (ovini, bovini, ecc…).
Ricordate che il Veterinario non può prescrivere farmaci uso umano soggetti a ricetta limitativa, ma solo approvvigionarsene.

Quanto costa il collirio di voriconazolo?

Trattandosi di un farmaco sterile da realizzare in camera bianca, di difficile realizzazione e con un alto costo del principio attivo, esso ha un costo elevato.
Il prezzo no è comunque deciso dal Farmacista a discrezione, ma calcolato mediante tariffe ministeriali che sono liberamente consultabili.
A scopo di esempio:

  • voriconazolo collirio 1% 10 ml CIRCA 190€
  • voriconazolo collirio 1% 20 ml CIRCA 250€

La spesa del farmaco è fiscalmente detraibile, essendo un galenico.

Per trovare e visualizzare quali Farmacie di Farmagalenica sono in grado di preparare il voriconazolo collirio galenico, consultare il motore di ricerca disponibile su www.cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).

Subscribe
Notificami

0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra Tutti i Commenti
0
Condividi una riflessione, lascia un commentox