Linea Diretta +39 350 5434998 - Orari: 9.00-12.30 / 16.00-19.00 info@farmagalenica.it
Farmagalenica
Informazione su Galenici e Farmacie che fanno Preparazioni Galeniche

Il ronidazolo gatto veterinario è finalmente disponibile in Italia. Grazie alla Galenica!

Se stai cercando un farmaco in Italia a base di ronidazolo, sappi che è finalmente possibile reperirlo. Infatti, da Marzo 2017, alcune Farmacie di Farmagalenica.it disporranno della materia prima pura per poter allestire, nei loro Laboratori Galenici, farmaci ad uso veterinario a base di ronidazolo gatto, cane, piccioni o altro (vedi in fondo all’articolo l’elenco completo delle Farmacie).

Cos’è il ronidazolo e per cosa è usato il ronidazolo

Il ronidazolo è un principio attivo che risulta essere altamente efficace nel trattamento di infezioni condotte da Tritrichomonas foetus, noto per la capacità di indurre aborto ed infertilità nei bovini. Negli ultimi anni tale patogeno è stato più volte associato ad infezioni del tratto gastrointestinale del gatto, che determinano nel felino colite cronica, forti scariche diarroiche e flatulenza.
Molto spesso le condizioni generali del gatto rimangono buone, aspetto che porta spesso a sottostimare l’effettiva gravità del problema, il quale può perdurare per molto tempo. In questo modo, aumentano drasticamente le probabilità di contagio della malattia, specie in ambienti in cui convivono più gatti, dal momento che la trasmissione del patogeno avviene per via orofecale.
La malattia tuttavia può determinare gravi conseguenze nei gattini giovani, specie se non trattata in tempo e può essere anche causa di co-infezioni come quella da Giardia o Cryptosporidium (http://icatcare.org/advice/cat-health/tritrichomonas-foetus-infection-cats )

È possibile reperire il ronidazolo gatto o cane in Italia?

In Italia non esiste un farmaco industriale gia pronto a base di ronidazolo gatto o cane e, nel caso il Veterinario volesse utilizzarlo (magari perchè unica terapia efficace), non avrebbe possibilità se non richiedere l’importazione dall’estero.
Ma non disperare! Grazie al Farmacista Galenista è possibile disporre di tale farmaco, realizzato su misura direttamente dal Farmacista che, lavorando la materia prima pura, può realizzare il farmaco nella forma e quantità necessaria; in parole povere:

  • permettere il trattamento della diarrea causata dal T.foetus in modo efficace
  • creare farmaco con un dosaggio specifico di farmaco in relazione all’età ed al peso del gatto (es. 10mg, 30mg, 60mg, eccetera)
  • fornire un numero sufficiente di capsule per il trattamento (solitamente ls durata è di due settimane, v. dopo)
  • aromatizzare le capsule per rendere più appetibile e pratica la somministrazione
  • evitare l’uso di eventuali eccipienti o conservanti che possono risultare intolleranti o a cui il cane, gatto o altro risultasse allergico
  • possibilità di realizzare, oltre che capsule, paste appetibili aromatizzate o altre forme farmaceutiche per rendere pratica e precisa la somministrazione del ronidazolo gatto o cane.

Come scritto, il Farmacista Galenista può aromatizzare le capsule o la pasta orale con (esempio) manzo o pollo, per favorire l’assunzione da parte del gatto; è sconsigliata, invece, l’apertura della capsula e la solubilizzazione del principio attivo nel cibo o bevanda, a causa del sapore amaro del ronidazolo.

Quali sono i dosaggi del farmaco ronidazolo?

Il dosaggio di assunzione suggerito è di 20 – 30 mg/kg una volta al giorno per due settimane, limite oltre il quale si può facilmente incorrere in disturbi di natura neurologica, quali letargia, atassia e convulsioni. In caso di disturbi epatici il dosaggio può scendere a 10 mg/kg con le stesse modalità di utilizzo.
Ovviamente, sarà il Veterinario a calcolare il dosaggio necessario in base alla situazione e a redigere la ricetta veterinaria corrispondente.

L’assunzione del Farmaco va evitata in caso di gatte in gravidanza, per il possibile effetto teratogeno del ronidazolo, e nei gattini di età inferiore alle 12 settimane di età (per approfondimenti si veda http://www.vetjournal.it/item/1638-i-tritrichomonas-foetus-i-nel-gatto-studio-retrospettivo.html e http://www.esccap.org/uploads/docs/lsbn9a5j_ESCCAPItaly_Protozoi_6_2012.pdf e http://www.aivpafe.it/wp-content/uploads/2014/05/RASSEGNA-3-2013.pdf)

Norme igieniche complementari all’uso del ronidazolo gatto o cane

Ѐ importante pulire e disinfettare efficacemente la lettiera e tutti gli oggetti con cui è venuto a contatto l’animale, al fine di scongiurare la trasmissione della malattia o addirittura una sua recidiva.
Anche se ad oggi non si ha un’adeguata documentazione in relazione ad una eventuale trasmissione dell’infezione dal gatto all’uomo, è comunque buona norma disinfettare tutto il materiale che può essere causa di possibile contagio.

Il ronidazolo in polvere è indicato per il trattamento di infezioni da trichomonas nei piccioni, mentre non è registrato in Italia per l’utilizzo nel gatto. Per tale motivo il Farmaco può essere prescritto, come preparato galenico veterinario con

  • una ricetta veterinaria non ripetibile, della durata di trenta giorni dalla data di prescrizione se destinato ad animali nDPA (cani, gatti, ecc..)
  • una ricetta veterinaria non ripetibile in triplice copia, della durata di dieci giorni lavorativi dalla data di prescrizione se destinato ad animali DPA (es. bovini)

Per cercare e visualizzare l’elenco completo delle Farmacie di Farmagalenica.it in grado di allestire capsule a base di ronidazolo gatto o cane, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova finestra).

Ti potrebbe interessare

Pin It on Pinterest

Shares
Share This