CBD oil: cannabis Bedrolite farmaco legale

Finalmente! Il CBD Oil legale acquistabile grazie al lavoro del Farmacista

Finalmente! Il CBD Oil legale acquistabile grazie al lavoro del Farmacista

Per tutti coloro che vogliono acquistare CBD oil (olio di CBD) in Italia legalmente, da Ottobre 2015 sarà possibile tramite alcune Farmacie Galeniche di Farmagalenica.
Da tale periodo infatti, sarà disponibile per l’importazione una nuova varietà legale di Cannabis sativa, il Bedrolite in infiorescenze femminili titolato al <1% (0.4%) THC e 9% CBD.

Questo significa che la cannabis sativa terapeutica Bedrolite contiene THC in quantità trascurabili ed è quindi (auspicabilmente) priva di effetti psicotropi.
Gli usi dal punto di vista medico sono enormi:

  • possibilità di utilizzare cannabis sativa “senza” THC, quindi con solo CBD
  • possibilità di utilizzare cannabis in pazienti particolari o estremamente sensibili al THC (es.  bambini o anziani)
  • possibilità di ottenere blend (mix) con altre varietà di cannabis per aumentare il tenore di CBD nel farmaco finale
La notizia che tutti aspettavano: CBD OIL legale in Italia se preparato dal Farmacista

La notizia che tutti aspettavano: CBD OIL legale in Italia se preparato dal Farmacista

Sarà quindi possibile procurarsi con ricetta medica un farmaco molto utilizzato in maniera incerta (-illegale-), poiché acquistato tramite Internet (senza distinguere tra siti “seri” e non e comunque, tutti residenti su server esteri) e poiché in Italia, dal punto di vista terapeutico/merceologico, non viene fatta distinzione tra cannabis (diverso da canapa) con o senza THC.
Famoso è sicuramente il CBD oil della Royal Queen Seed o della CBOIl, ma d’ora in avanti i pazienti e i Medici potranno ottenere da alcune Farmacie di Farmagalenica cannabis di grado farmaceutico certificata con il contenuto di CBD e ridottissimo contenuto in THC.

Oltre al discorso della legalità del CBD oil reperibile su Internet (come anticipato, non si tratta di prodotti legali in Italia), rimane sempre quello della purezza e affidabilità, ossia della qualità.
Sono moltissimi (troppi forse) i siti che millantano CBD oil di qualità e i pazienti, non avendo i mezzi tecnici e non potendo controllare di persona, devono fidarsi del passaparola, delle informazioni fornite dal venditore, eccetera.
Una analisi di laboratorio americana su diversi marchi di CBD oil acquistati su Internet, ha dimostrato come in moltissimi di essi non fosse presente la quantità di CBD dichiarato (link con i risultati).

Grazie ad alcune Farmacie di Farmagalenica, il problema è risolto: tutte (tutte!) le preparazioni a base di cannabis terapeutica ed in particolare quelle con il solo CBD sono realizzate per Legge solo con le infiorescenze femminili di cannabis farmaceutica olandese autorizzata dal Ministero della Salute (della ditta Bedrocan BV), che garantisce per ogni lotto un certificato d’analisi che deve rispettare i più alti requisiti di carattere farmaceutico, garantendo così di avere un farmaco sicuro ed efficace.
Sono disponibili, da certificato d’analisi, la concentrazione di THC, CBD, i vari saggi sulle impurezze, l’assenza di carica batterica e di muffe, la mancanza o corrispondenza entro i limiti di legge di tutti gli inquinanti eccetera.

La cannabis Bedrolite, quindi può essere utilizzata per preparare:

  • cartine o bustine per decozione in tisana o per vaporizzazione (via medica del fumo)
  • capsule apribili di cannabis micronizzata
  • CBD oil (Cannabis Olive Oil), estratto in olio di oliva a base di CBD
  • Resine FECO (Full Extract Cannabis Oil) ad altissimo tenore in CBD

Per quanto riguarda la preparazione di cartine o capsule per tisana, fare riferimento a questo post in cui l’argomento è già stato trattato per Bedrocan, Bediol e Bedrobinol: le modalità sono le stesse.

Per quanto riguarda la preparazione di CBD oil o CBD in resina fare riferimento, invece, a quest’altro post; il CBD oil con Bedrolite, ricordiamo, è particolarmente adatto per le patologie quali l’epilessia, soprattutto a livello pediatrico (es. epilessia resistente nei bambini)

Alcune informazioni finali: si ripete che per l’acquisto di cannabis è necessaria la ricetta medica redatta secondo l’art. 5 della Legge 94/98 (Legge Di Bella) come indicato in questo post.
Per i costi dei farmaci a base di Bedrolite (fiscalmente detraibili), tutti i dettagli e approfondimenti sono nei link precedenti; per dare un’idea

  • 50ml di CBD Oil hanno un costo VARIABILE di CIRCA 160€
  • 10ml di CBD Oil hanno un costo VARIABILE di CIRCA 35€
Percentuali MASSIME TEORICHE estratti di Cannabis BEDROLITE
Header 1CBDTHC
 CBD Oil1% (10mg/ml)0.04%
 Tintura0.56% (5,5mg/ml)0.02%
 Resina diluita 50% 22.5% (225mg/g)1%
 Resina pura (FECO) 45% (450mg/g)2%

Per cercare e visualizzare l’elenco completo delle Farmacie in grado di vendere e preparare cannabis Bedrolite in cartine, CBD oil, eccetera consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova finestra).

Ricetta medica cannabis: istruzioni e facsimile

Semplificare la vita a Medici e pazienti: pronta da scaricare la ricetta medica cannabis!

Semplificare la vita a Medici e pazienti: pronta da scaricare la ricetta medica cannabis!

Date le molte richieste da parte di Medici e pazienti e diverse incertezze su come deve essere redatta una ricetta medica cannabis, Farmagalenica SNC rende disponibile al download diversi facsimile di ricette mediche utilizzabili per la prescrizione a pagamento della cannabis terapeutica.

 

Alcune nozioni generali sulle ricette mediche di cannabis terapeutica

FONDAMENTALE è sapere che:

  1. tutti i facsimile presenti sono relativi alla prescrizione della cannabis terapeutica su ricettario privato del medico (ricetta “bianca”) valida per l’acquisto esclusivamente a pagamento. NON ci sono facsimile per la prescrizione SSN perché attualmente non esiste una unica modalità di prescrizione della cannabis gratuita, ma varia da Regione a Regione (e comunque richiederebbe un ricettario SSN apposito).
  2. la ricetta medica cannabis a pagamento può essere redatta da QUALSIASI medico iscritto all’Ordine dei Medici Italiani: specialista, di base, ospedaliero, eccetera.
  3. all’interno di ogni facsimile sono riportate anche le istruzioni per la compilazione corretta secondo i dettami della Legge 94/98 (Legge “Di Bella”) e il recente DM 9 novembre 2015.
  4. non ci sono limiti quantitativi o di durata della terapia: può essere prescritto qualsiasi quantitativo per una durata qualsiasi. Questo perché trattasi di prescrizione a pagamento, mentre nella prescrizione a carico SSN (SSR) le Regioni possono imporre vincoli e limiti (es. massimo 30 giorni di terapia).
  5. il medico dovrà compilare per ogni assistito, una scheda Scheda per la raccolta dei dati dei pazienti trattati, da inviare alla Regione territorialmente competente secondo le indicazioni che le stesse Regioni forniranno. Cliccare QUI per scaricare la scheda direttamente.
    Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla seguente pagina sul sito del Ministero della Salute.

———————

Su gentile concessione della Farmacia Dr. Ternelli, si rende disponibile al download una scheda riepilogativa sulla Cannabis terapeutica in Italia, incluso un appendice con tabelle di equivalenze tra olio, milligrammi e gocce.

———————

Quali sono le modalità per la prescrizione di cannabis tramite ricetta medica cannabis a pagamento che, si ricorda, è regolata dalla Legge 94/98?

Il Medico deve ottenere il consenso informato dal paziente, MA NON deve necessariamente indicarlo in ricetta (ha lo scopo di “tutelare” il Medico ed è di sua competenza soltanto, oltre al fatto che renderebbe nulla la privacy della ricetta). Fatto questo compila la ricetta medica su ricettario privato (ricetta bianca) con i seguenti formalismi:

  • codice NUMERICO o ALFANUMERICO del paziente, NON il nome e cognome o codice fiscale del paziente. La ratio è proteggere la privacy del paziente: solo il Medico prescrittore conosce la reale identità del paziente, associata al codice
  • data di redazione
  • timbro (o carta intestata) e firma del medico
  • prescrizione della sostanza incluso il titolo, tra i vari disponibili (es. Cannabis flos 19%/22% THC (Bedrocan) – 50 mg). L’indicazione del marchio di cannabis (Bedrocan, Bediol, Bedica, FM2, eccetera) non è obbligatoria, ma è FORTEMENTE raccomandata
  • forma farmaceutica: cartine / filtri / bustine / soluzione oleosa / capsule apribili per tisana / tintura / collirio / eccetera
  • il numero di dosi (es. 10 cartine) o la quantità (es. 50 ml)
  • posologia che NON è obbligatoria, ma è molto raccomandato che ci sia [Il DM 9 novembre 2015 ha imposto di indicare la posologia in peso , ma riferendosi SOLO alla Scheda paziente, ergo non è necessario indicare la posologia in peso sulla ricetta]
  • motivazione della prescrizione o “esigenza di trattamento” (DM 9 novembre 2015), ovvero le esigenze particolari che giustificano il ricorso alla prescrizione estemporanea (es. “mancanza di prodotto industriale”, “trattamento del dolore in paziente resistente a terapie convenzionali”, ecc..), in base a quanto previsto dalla Legge 94/98.
  • età e sesso del paziente [contrariamente a quanto indicato all’inizio, NON vanno indicati in ricetta]

Inoltre, il Medico compila anche la Scheda paziente, come spiegato nel punto 5 all’inizio di questo articolo.
Ogni ricetta medica cannabis ha una validità temporale di 30 giorni escluso quello di redazione e il farmacista ha l’obbligo (DM 9 novembre 2015) di consegnarne una copia timbrata, datata e firmata dal Farmacista.

Dove si possono scaricare i PDF dei facsimile di ricetta medica cannabis OLANDESE?

Di seguito, ecco alcuni facsimile per la prescrizione di cannabis della Bedrocan BV Olandese aggiornati con la documentazione del DM 9 novembre 2015.

Filename / LinkSize
Bedica olio oliva facsimile_Farmagalenica.pdf93.77 Kb
Bediol alcool resina facsimile_Farmagalenica.pdf97.33 Kb
Bediol alcool tintura facsimile_Farmagalenica.pdf94.99 Kb
Bediol capsule apribili facsimile_Farmagalenica.pdf83.2 Kb
Bediol cartine facsimile_Farmagalenica.pdf94.77 Kb
Bediol olio mais COLLIRIO facsimile_Farmagalenica.pdf93.65 Kb
Bediol olio oliva facsimile_Farmagalenica.pdf93.68 Kb
Bedrocan alcool resina facsimile_Farmagalenica.pdf87.3 Kb
Bedrocan alcool tintura facsimile_Farmagalenica.pdf87.8 Kb
Bedrocan capsule apribili facsimile_Farmagalenica.pdf83.12 Kb
Bedrocan cartine facsimile_Farmagalenica.pdf83.16 Kb
Bedrocan olio oliva facsimile_Farmagalenica.pdf93.69 Kb
Bedrolite alcool resina facsimile_Farmagalenica.pdf87.38 Kb
Bedrolite alcool tintura facsimile_Farmagalenica.pdf95.02 Kb
Bedrolite capsule tisana o orale_Farmagalenica.pdf90.57 Kb
Bedrolite olio oliva facsimile_Farmagalenica.pdf93.73 Kb

Dove si possono scaricare i PDF dei facsimile di ricetta medica cannabis ITALIANA FM2?

Di seguito, ecco alcuni facsimile per la prescrizione di cannabis italiana FM2 aggiornati con la documentazione del DM 9 novembre 2015

Filename / LinkSize
FM2 alcool resina facsimile_Farmagalenica.pdf132.75 Kb
FM2 alcool tintura facsimile_Farmagalenica.pdf130.79 Kb
FM2 capsule apribili facsimile_Farmagalenica.pdf119.58 Kb
FM2 cartine facsimile_Farmagalenica.pdf119.13 Kb
FM2 olio mais COLLIRIO facsimile_Farmagalenica.pdf129.5 Kb
FM2 olio oliva facsimile_Farmagalenica.pdf129.55 Kb

DOMANDE FREQUENTI

Cosa si intendo con il termine OLIO?
Spesso si usa il termine “olio di cannabis” per riferirsi all’estratto alcolico, cioè la resina FECO o RSO, ma dal punto di vista farmaceutico, il riferimento corretto è al Cannabis Olive Oil, cioè all’estratto in olio di oliva. Probabilmente l’errore nasce dal termine americano oil che in italiano è tradotto letteralmente come OLIO, associandolo quindi automaticamente all’olio di oliva, quando in realtà si riferisce alla consistenza della resina alcolica.

E’ vero che da Dicembre 2015 NON è più possibile preparare olio di cannabis o altri estratti?
NO, non è vero. Il DM 9/11/2015 ha imposto un vincolo molto pesante per le farmacie, ossia di titolare ogni singola preparazione galenica magistrale di estratto. I macchinari e i costi da sostenere sono assolutamente proibitivi per la maggior parte delle Farmacie, eccetto alcune (pochissime) che potranno continuare a preparare cannabis olive oil, resine e altri estratti.

Qual’è la ricetta giusta da scaricare per una patologia oncologica?
La preparazione consigliata è quella della resina di cannabis in estratto alcolico RSO / FECO.
NOTA BENE: leggere molto, molto attentamente questo articolo (e assicurasi di averlo capito bene) prima di scaricare il facsimile.

Qual’è il DOSAGGIO dell’olio di cannabis, Cannabis Olive Oil, in olio di oliva?
Premessa: questa è una domanda che va girata direttamente al Medico nel momento in cui si inizia il trattamento.
Si comincia sempre con 1-2 gocce, 1 volta al giorno alla sera. Successivamente si passa a 2 volte al giorno, aumentando goccia a goccia fino a che non si ha effetto terapeutico; se mentre si incrementa compaiono effetti collaterali/indesiderati, non aumentare ulteriormente le gocce, ma attendere prima che si instauri tolleranza.

Dove posso trovare altre informazioni da mostrare al Medico?
Su disponibilità della ditta ACEF (uno degli importatori italiani di Cannabis terapeutica), alleghiamo un PDF esplicativo con molte altre informazioni di carattere tecnico, scientifico e bibliografico.
Inoltre, su gentile concessione del Dr. Marco Ternelli, si rende disponibile al download una scheda riepilogativa sulla Cannabis terapeutica, incluso un escursus sulla variazione dei prezzi della cannabis terapeutica nel corso degli anni.

Per ogni altra domanda o dubbio, potete scrivere nei commenti.

Infine, ricordiamo che per visualizzare e contattare le Farmacie di Farmagalenica in grado di allestire e vendere cannabis terapeutica, indica e sativa, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).

Prezzo della Cannabis in Italia: l’inganno del grammo

Prezzo della Cannabis in Italia: alto o basso, come evitare di essere presi in giro

Articolo aggiornato rispetto alla pubblicazione iniziale. Aggiornamento in fondo.

Da ormai 2 anni, alcune Farmacie di Farmagalenica preparano nei Laboratori Galenici farmaci a base di cannabis sativa e derivati.
Uno dei punti più discussi, oggi come allora, è il prezzo della Cannabis in Italia (ovviamente parliamo della Cannabis legale terapeutica) che i pazienti devono affrontare e che ad oggi (primi mesi 2016) si aggira attorno ai 29/30€ al grammo, rispetto ai 35€ dei primi mesi 2013 21/22€/grammo.

Uno dei “mantra” che si legge ovunque su Internet, se ne scrive sui giornali, se ne parla nel passaparola è:

il prezzo della Cannabis in Italia a 30€ al grammo è troppo alto. Ho sentito che XYZ lo venderanno in Italia a 3€ – 7€ – 12€ al grammo.

In questo articolo, un Farmacista cercherà di spiegare perché tutta la discussione sul prezzo al grammo parte da premesse errate, di conseguenza si sviluppa male.
Ecco perché il termine “inganno” (la parola truffa era troppo azzardata :-)).

Prima di continuare: sempre alla data di oggi (primi mesi del 2015)  e per quello che leggerete in questo articolo, quando qualcuno vi parla di prezzo della Cannabis in Italia a 3€/grammo (o simili)

  • o non sa la differenza tra cannabis di grado farmaceutico – titolata e cannabis autocoltivata
  • o sa di cosa parla e quindi agisce in malafede
  • o si riferisce a cannabis illegale

Come detto nelle prime righe di apertura, quando si parla di terapia e di medicina, è necessario sempre sapere COSA e QUANTO farmaco (cannabis in questo caso) si deve somministrare per avere un certo effetto. Questo è possibile solo se ogni volta che si utilizza cannabis (terapeutica) si è consapevoli del contenuto di sostanze e che questo contenuto sia costante nelle varie forniture.
Si riesce a concepire il concetto se immaginiamo che ogni volta che assumiamo una compressa di Aspirina della ditta Bayer (acquistata oggi, 1 anno fa o in qualsiasi momento del futuro), non abbiamo idea del contenuto di acido acetilsalicilico, per cui potrebbe essere una compressa da 500mg, piuttosto che 900mg piuttosto che 140mg.
Dove sono l’efficacia terapeutica, la sicurezza? Terrificante, vero?

Come già spiegato da Farmagalenica in articoli passati, la grandissima differenza tra la cannabis olandese di grado farmaceutico e cannabis illegale/autocoltivata è la titolazione ovvero il fatto che la cannabis olandese di grado farmaceutico presenta sempre e in maniera costante la stessa concentrazione dei cannabinoidi THC e CBD (es. 22% THC nel Bedrocan, 7.5% CBD nel Bediol e così via).
Quindi la cannabis (es. Bediol) acquistata oggi in una Farmacia, piuttosto che domani in un’altra piuttosto che tra 6 mesi in un’altra ancora sarà sempre la stessa (il perché è sempre spiegato in questo articolo, clonazione è il termine esplicativo).

Ma cosa c’è in questo grammo di cannabis olandese di grado farmaceutico? Cosa si intende per GRAMMO?
Rispondiamo con una foto esplicativa:

Nella foto: 1 grammo di Cannabis Sativa Bedrocan 22%

Nella foto: 1 grammo di Cannabis Sativa Bedrocan 22%

Nella foto, un campione di Bedrocan® 22% di infiorescenze femminili essiccate è stato pesato per il peso complessivo di 1 grammo ovvero 1000 milligrammi.
In base a tutto quello detto finora, trattandosi di Bedrocan (ma potrebbe essere Bediol®, Bedica®, Bedrobinol®), possiamo senza dubbio sapere che

  1. è cannabis di grado farmaceutico quindi controllata e con certificato d’analisi per ogni lotto su assenza di pesticidi, metalli pesanti, eccetera
  2. sono, praticamente, solo infiorescenze femmine (niente foglie, steli, semi, eccetera)
  3. il contenuto del THC in 1 grammo è del 22% quindi pari a 220 milligrammi

Costo? Abbiamo detto circa 30€ al grammo.

Segue ora un esempio in questa foto, di cannabis non-si-sa-bene-cosa a 9 € al grammo

Nella foto: 1 grammo di Cannabis (??)

Nella foto: 1 grammo di Cannabis (??)

Ottimo! Costa meno della metà, 1/3.
Ma cos’è?
Se fosse cannabis autocoltivata o acquistata illegalmente o altro e comunque non titolata:

  1. non disporremmo di certificato d’analisi per saperne la sicurezza (contaminanti, pesticidi, muffe, lieviti, carica batterica)
  2. potrebbero essere un mix di infiorescenze, foglie triturate e altro e non lo sapremmo
  3. non avremmo idea del contenuto di THC o altri cannabinoidi
  4. molto probabilmente il contenuto di cannabinoidi sarebbe BEN al di sotto del 22%

Soprattutto il punto 3 è importante: al di la di non sapere il titolo, quindi la concentrazione di THC o CBD, chi ci da garanzia che con la cannabis acquistata oggi e che io paziente doso a 500mg al giorno, in un successivo acquisto i cannabinoidi saranno presenti in dosi più alte (e quei 500mg avranno un potenziale effetto tossico) o più basse (e quei 500mg saranno inefficaci o meno efficaci).
Inoltre: quel grammo da cosa è composto? Dalla bilancia di precisione risulta effettivamente 1 grammo (1000mg), ma potrebbe essere una miscela di foglie e altre parti della cannabis.

Cannabis a basso costo? Non c’è problema: 3€/grammo! Ma di cosa? A che contenuto di (es.) THC? 1 grammo di foglie e infiorescenze, a concentrazione sconosciuta e variabile di volta in volta.

1 grammo a 4€. Di cosa?

1 grammo a 4€. Di cosa?

1 grammo a 8€. Di cosa?

1 grammo a 8€. Di cosa?

 

 

 

 

 

 

Parlare quindi di “grammo di cannabis” non dà alcuna garanzia e conoscenza di cosa effettivamente si sta utilizzando, mentre “grammo di Bedrocan” permette di sapere tutto (v. elenco puntato precedente).

Quindi, come fare a ridurre il prezzo della cannabis di grado farmaceutico in Italia? Le possibilità sono:

  1. diminuire il prezzo alla fonte in modo che le Farmacie possano acquistare a prezzi molto più bassi
  2. permette di avere un prezzo molto più basso nel caso di acquisti di grandi quantità di cannabis (attualmente una Farmacia sia che acquisti 1 grammo che 1 Kg di cannabis terapeutica paga sempre lo stesso prezzo al grammo).
  3. SPERARE che l’Istituto Farmaceutico Militare di Firenze produca cannabis TITOLATA, di qualità a prezzi inferiori (dalle dichiarazioni fatte al tempo si parla di 12-14€/grammo)… Ma che concentrazione? Un prezzo di 12€ al grammo per una Cannabis titolata al 10% di THC come va giudicato?

Aggiornamento di Ottobre 2015

In una bozza di un decreto ministeriale, si è parlato di prezzo di produzione della cannabis prodotta dall’Istituto Farmaceutico militare di Firenze di 5,83€ + IVA 22% = 7,11€. Questo è un prezzo di PRODUZIONE, quindi persi arriverà a un prezzo di VENDITA al grammo oscillante tra gli 11€ per AUSL e ospedali (che quindi il paziente non paga), e circa 22-24€ per le farmacie territoriali.

Ai primi del 2016, c’è stato un crollo dei prezzi della cannabis terapeutica olandese, portando il prezzo al grammo per i pazienti a 21-22€/grammo (cliccare sul link per ulteriori approfondimenti). Che ne sarà quindi dell’Istituto Militare?

Si ricorda che per sapere quali Farmacie italiane aderenti a Farmagalenica preparano o sono in grado di preparare, Bedrocan, Bedrobinol, Bedica, Bediol o Bedrolite – cannabis sativa e indica, cliccare QUI (si apre nuova pagina).

Bediol: disponibilità in Italia

cannabis bediol disponibile farmacia italianaUn regalo di Natale a tutti i pazienti che attendono da quasi 8 mesi la Cannabis Terapeutica, infiorescenze femminili essiccate, varietà Bediol: ad alcune Farmacie di Farmagalenica che preparano Cannabis, stanno giungendo in questi giorni quantità importanti di Bediol permettendo così ai Medici prescrittori di assistere i loro pazienti. E ai pazienti, di poter iniziare una terapia con continuità.

Per chi si fosse perso l’iter, alcune farmacie di Farmagalenica dotate di Laboratorio Galenico preparano da anni cannabis terapeutica, varietà Bedrocan, Bediol e Bedrobinol.
Per vari motivi (si veda una disamina qui), il Bediol è scomparso dal panorama italiano verso Maggio 2014 e da allora non si è più riuscito ad ottenerlo e importarlo.

Fino a oggi!

Ora la situazione sembra cominciare a sbloccarsi e l’entrata in campo di un nuovo fornitore (nei prossimi mesi potrebbe aggiungersene un terzo) sembra aver permesso la ripresa delle forniture di Cannabis Sativa varietà Bediol.
Certamente sarà importante monitorare attentante e costantemente la situazione per evitare di ricadere nella terribile rottura di stock che, in seguito ad una elevata domanda e insufficiente offerta, ha portata all’assenza di questa varietà di Cannabis terapeutica (Bediol) per molti molti mesi.

Per conoscere le modalità di prescrizione del Bediol (in generale, di qualsiasi varietà di Cannabis Sativa ad uso terapeutico) fare riferimento a questo post di legislazione.

Per conoscere prezzi,  tempi, effetti e modalità d’uso, il consiglio è quello di rivolgersi alle farmacie di Farmagalenica per ottenere queste informazioni.
Per sapere quali Farmacie italiane aderenti a Farmagalenica preparano, o sono in grado di preparare e vendere Bediol – cannabis sativa, clicca QUI (si apre nuova pagina).

Cannabis terapeutica in Farmacia: carenza Bediol

Carenza Bediol: in arrivo a Ottobre in Italia, ma con dei limiti

Carenza Bediol: in arrivo a Ottobre in Italia, ma con dei limiti

Aggiornamento per i pazienti e Medici che attendono il ritorno della disponibilità della Cannabis sativa infiorescenze femminili essiccate varietà Bediol®: dopo una lunga carenza Bediol, è in arrivo e la disponibilità presso le Farmacie di Farmagalenica è prevista il 20 Dicembre 2014 10 Ottobre 2014, 25 Ottobre 2014, 4 Novembre, 14 Novembre 2014, 4 Dicembre 2014, ma la situazione è molto incerta e delicata.

AGGIORNAMENTO del 10/12/2014: ci sarà il regalo di Natale, in quanto SEMBRA certo l’arrivo del Bediol. SEMBRA!

Infatti, il problema della carenza Bediol in Italia (e tutta Europa) era dovuto all’esaurimento completo della cannabis nel sito di produzione Olandese. Come osservava il Dr. Ternelli Marco in un’intervista, il punto fondamentale da chiarire era che la nuova produzione di Bediol tenesse conto sia delle normali forniture (da Ottobre in avanti) sia delle forniture accumulate dai pazienti nei mesi in cui questa varietà di Cannabis è stata mancante (Maggio – Settembre).

Così (sembra) non è stato.

In poche parole, attualmente il produttore olandese sta fornendo all’Italia molto meno Bediol di quello richiesto, centellinando le quantità. Ne consegue che alle Farmacie di Farmagalenica sarà consegnata molta meno Cannabis di quella necessaria a soddisfare tutte le attese e nuove prescrizioni.

La “speranza” è che si tratti solo di una prima difficoltà del produttore olandese ad evadere tutti gli ordini accumulati e che, nel giro di poche settimane, possano essere fornita all’Italia e quindi alle Farmacie di Farmagalenica, tutti i quantitativi di Cannabis terapeutica richiesti, senza che si debba di nuovo affrontare una nuova “carenza Bediol”.

Le Farmacie dovranno quindi impostare bene il lavoro di preparazione delle cartine o dell’ olio terapeutico o resina per evitare disagi ai pazienti che da mesi attendono l’arrivo del Bediol.

Per avere tutte le informazioni circa la prescrizione di Cannabis terapeutica legale, acquisto e vendita presso le Farmacie Italiane di Farmagalenica, consultare il post dedicato.

Per cercare e visualizzare la Farmacie di Farmagalenica in grado di preparare cannabis terapeutica come il Bediol, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina.

Novità cannabis in italia: arriva il Bedrobinol

Bedrobinol: nuova varietà di cannabis terapeutica legale in Italia, grazie al Farmacista

Bedrobinol: nuova varietà di cannabis terapeutica legale in Italia, grazie al Farmacista

Si aggiunge una novità nell’utilizzo legale della cannabis terapeutica in Italia: alcune Farmacie italiane di Farmagalenica, dal 22 Luglio 2014 possono disporre, oltre che al Bedrocan e Bediol, anche del Bedrobinol, importato direttamente dall’Olanda.

La cannabis sativa Bedrobinol contiene il 12% THC (tetraidrocannabinolo) e un valore < 1% di CBD (cannabidiolo).
Per confronti e riferimenti alle altre varietà di cannabis sativa fare riferimento a questo articolo (nello stesso sono presenti anche alcuni prezzi INDICATIVI sull’acquisto del farmaco presso le Farmacie).

Per il suo contenuto in THC, va quindi detto che il Bedrobinol non rappresenta un valido sostituto o una alternativa efficace alla carenza di Bediol iniziata da Giugno 2014 e dovuta all’esaurimento della varietà di Cannabis dalla ditta Olandese produttrice. Questo perché il quantitativo di CBD nel Bedrocan o Bediol è inferiore al 1%.

A tal proposito, si rammenta che affinché il Bediol torni disponibile nelle Farmacie italiane, sarà necessario attendere la crescita del nuovo raccolto presso le serre farmaceutiche olandesi; l’iter si concluderà indicativamente per la fine di Settembre 2014, data in cui la cannabis terapeutica Bediol tornerà disponibile presso le Farmacie italiane, anche di Farmagalenica.

Tornando al Bedrobinol per quanto riguarda il prezzo, rispetto al Bedrocan ha un costo per grammo inferiore di 1 € circa a fronte di un 7-8% in meno di contenuto in THC che non sembra quindi renderlo un’alternativa attuabile sulla considerazione del solo contenuto in THC.

Per informazioni sulla possibilità di avere gratuitamente la cannabis sativa per uso terapeutico, fare riferimento a quest’altro post.

Da Giugno 2014 è anche possibile preparare l’olio di Cannabis terapeutico, ispirandosi al “Rick Simpson Oil” come riportato in questo post.

Per sapere quali Farmacie italiane aderenti a Farmagalenica preparano, o sono in grado di preparare, Bedrobinol – cannabis sativa, clicca QUI (si apre nuova pagina).

Olio di cannabis terapeutico: legale in Farmacia

Olio di cannabis terapeutico, farmaco preparato dal Farmacista

Olio di cannabis terapeutico, farmaco preparato dal Farmacista

Se stai cercando come acquistare legalmente l’ olio di cannabis terapeutico (cannabis oil, olio di canapa, olio di hash), sappi che può essere preparato e venduto legalmente in Italia come farmaco galenico (cioè preparato dal Farmacista) in alcune Farmacie di Farmagalenica dietro presentazione di ricetta medica non ripetibile redatta secondo la Legge 94/98 (Legge “Di Bella”); vedere fine dell’articolo per la lista delle Farmacie.

[Se sei un Farmacista e vuoi sapere come preparare l’olio in Farmacia, quali passaggi e strumenti sono necessari e un’analisi di laboratorio sulla concentrazione di THC e CBD dell’olio, puoi trovare tutto su Preparazionigaleniche.it]

Prima di proseguire nella lettura è fondamentale chiarire che:

  • l’ olio di cannabis terapeutico di cui si parla NON è l’olio alimentare da semi di canapa, ma un estratto ottenuto tramite alcool o olio di oliva da infiorescenze femminili essiccate (v. oltre)
  • solo il Farmacista è abilitato per legge a effettuare preparazioni galeniche
  • l’ olio di cannabis terapeutico preparato dal Farmacista non ha nulla a che spartire o di paragonabile con un olio di cannabis preparato “in casa” o acquistato illegalmente: si tratta di un farmaco realizzato utilizzando cannabis di grado farmaceutico, quindi molto molto più pura e ricca in THC (tetraidrocannabinolo) o CBD (cannabidiolo), oltre che a concentrazione nota
  • per lo stesso motivo, la preparazione avviene tramite attrezzature di laboratorio, l’uso di siringhe sterili e (opzionalmente) filtri in micropore che permettono di ottenere un olio sterile e microbiologicamente puro
  • l’olio sterile preparato sotto cappa a flusso laminare permette l’utilizzo come collirio alla cannabis; il Farmacista potrà aggiungere adatti eccipienti per migliorare la somministrazione di un collirio oleoso.
  • sulle modalità di utilizzo, si sconsiglia di riferirsi a quanto trovato su siti in internet in quanto spesso si riferiscono a olio di cannabis terapeutico realizzato con cannabis non pura e di titolo (concentrazione di THC o CBD) sconosciuto: parlare genericamente di “1 grammo al giorno” non permette di sapere quanta sostanza attiva si sta assumendo (per approfondimenti si legga questo articolo).

Come viene realizzato legalmente l’olio di cannabis terapeutico in Farmacia?

L’ olio di cannabis terapeutico preparato dal Farmacista nel Laboratorio Galenico, viene realizzato mediante l’utilizzo delle 5 varietà di cannabis importate in Italia dall’Olanda: Bedrocan, Bediol, Bedrobinol, Bedica e Bedrolite.
In base all’uso di una varietà piuttosto che di un’altra è possibile ottenere un olio a diversa concentrazione di THC o CBD, utilizzando (es.) solo Bedrocan, solo Bediol o anche una miscela (blend) delle varietà di cannabis (es. Bedrocan + Bedrolite).
L’uso di una miscela di cannabis permette, di conseguenza, di ottenere rapporti diversi tra THC e CBD, esempio un rapporto 1 : 1 o 4 : 1.

La metodica di preparazione si basa su letteratura, nello specifico ci si può riferire

  1. [metodica obsoleta] ad una pubblicazione (reperibile su Google) intitolata “Cannabis Oil: chemical evaluation of an upcoming cannabis-based medicine” di Luigi L Romano e Arno Hazekamp, dell’Università di Siena, reperibile sul sito della ditta olandese che commercializza legalmente la cannabis per uso medico: la ditta Bedrocan.nl.
    Si evidenzia che la metodica, anzi, le metodiche utilizzate e analizzate  nell’articolo, originano dal “Simpson oil” o “olio di Rick Simpson” per poi sviluppare e confrontare metodiche migliori e più sicure;
  2. ad una pubblicazione scientifica pubblicata sul Journal of Pharmaceutical and Biomedical Analysis (Cannazza et al.)Medicinal cannabis: Principal cannabinoids concentration and their stability evaluated by a high performance liquid chromatography coupled to diode array and quadrupole time of flight mass spectrometry method. Tale metodica fornisce una analisi precisa dei cannabinoidi presenti oltre che dei terpeni, oltre che informazioni sulla stabilità, permettendo di ottenere un Cannabis Olive Oil di qualità superiore.

Teoricamente il Medico prescrittore può richiedere qualunque metodica di preparazione, quelle raccomandate e realizzabili da richiedere al Farmacista, per capacità estrattiva e sicurezza del solvente, sono l’estrazione in alcool etilico (puro 96°, di grado farmaceutico da Farmacopea e non alcool alimentare) o in olio di oliva (puro, di grado farmaceutico da Farmacopea).

Per questo, può essere preparato sia il c.d. Cannabis Olive Oil (estratto in olio di oliva) o il Cannabis Oil FECO – Full Extract Cannabis Oil (estratto con alcool). ATTENZIONE: per preparare il Cannabis Oil come resina occorrono grandi quantità di cannabis e la preparazione è molto costosa.

Quanto costa un Cannabis Olive Oil (in olio di oliva)?

Il costo dell’ olio di cannabis terapeutico varia a seconda della quantità da preparare e dal costo della materia prima. INDICATIVAMENTE, un Cannabis Olive Oil preparato in Farmacia come farmaco galenico partendo da 5g di Bedrocan o Bediol o Bedrolite (50ml in olio di oliva o 100ml in alcool) ha un costo variabile di circa 160-180€ 155-170€ 130-150€ 110€-130€.
Ovviamente, il medico può richiedere in ricetta qualsiasi quantitativo (es. 10ml, 35ml, 89ml, 110ml, ecc…).
Tale spesa è fiscalmente detraibile come farmaco.

Per informazioni sul tipo di ricetta necessaria per l’acquisto dell’ olio di cannabis terapeutico e sulla modalità di redazione / compilazione della ricetta e relativi formalismi o per avere un facsimile della ricetta necessaria, vi rimandiamo ai contatti delle singole Farmacie di Farmagalenica in grado di preparare l’ olio di cannabis terapeutico oppure, per scaricare direttamente i facsimile delle ricette e le istruzioni per il Medico, fare riferimento a questo post.

Come assumere o utilizzare il Cannabis Olive Oil?

Per quanto riguarda la posologia dell’olio di cannabis (Cannabis Olive Oil), ai pazienti viene raccomandato di iniziare SEMPRE da 1-2 gocce 1 volta alla sera per poi incrementare man mano (in base alle singole esigenze si possono arrivare ad assumere 10, 30, 50, 100 e più gocce al giorno). Chiaramente, solo il Medico può definire qual’è la dose personale necessaria, conoscendo la concentrazione
La via di somministrazione fortemente raccomandata è l’assunzione sublinguale o transgengivale, in modo da bypassare il metabolismo di primo passaggio e permettere di raggiungere elevate concentrazioni nel sangue. L’ingestione orale (es. su mollica di pane) può portare a risultati inferiori.

Per la conservazione dell’olio di cannabis terapeutica è importante mantenere il flacone il più possibile in frigorifero, ad una temperatura inferiore agli 8°C. Pochi giorni a temperatura ambiente non ne pregiudicano la composizione, ma studi hanno dimostrato che a 25° la concentrazione dei cannabinoidi comincia a diminuire.

E per quanto riguarda il FECO o Rick Simpson Oil?

Per quanto riguarda l’uso e la posologia dell’estratto alcolico di cannabis (resina o olio di Rick Simpson) viene riportata la seguente trattazione.

Bollino rossoATTENZIONE: i contenuti seguenti sono riportati per solo scopo divulgativo!!! Fare SEMPRE e SOLO riferimento al Medico

L’uso dell’estratto alcolico di cannabis terapeutica privato del solvente (cioè concentrato), è descritto su Internet come un potente antitumorale. Il presupposto scientifico deriva da diverse pubblicazioni sull’osservata capacità in del THC e CBD ad alte concentrazioni in vitro (cioè in provetta, in laboratorio) e su modelli animali di distruggere cellule cancerose.
Devono ancora essere fatti molti studi per poter dimostrare (se mai ci sarà) che tale attività in vitro è presente anche in vivo (cioè sull’uomo), in maniera riproducibile.
Nonostante tutto, però, sono moltissime le persone che reputano efficace questo estratto e chiedono indicazioni sulla posologia: da una parte, essa viene descritta come standardizzata a 1 ml (o 1 grammo) al giorno, mentre in altri casi si evidenzia una correlazione dose dipendente che varia da ogni singola persona.
IMPORTANTE: l’olio di cannabis in olio di oliva NON E’ l’olio di Rick Simpson!

———————

Su gentile concessione della Farmacia Dr. Ternelli, si rende disponibile al download una scheda riepilogativa sulla Cannabis terapeutica in Italia, incluso un appendice con tabelle di equivalenze tra olio, milligrammi e gocce.

———————

Per cercare e visualizzare le (poche) Farmacie di Farmagalenica in grado di realizzare l’ olio di cannabis terapeutico, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina).

Bediol: cannabis legale in Italia in Farmacia

Bediol: varietà di cannabis legale in Italia per uso medico terapeutico, preparata dal Farmacista

Bediol: varietà di cannabis legale in Italia per uso medico terapeutico, preparata dal Farmacista

Se stai cercando dove acquistare legalmente cannabis sativa (varietà Bediol) per uso terapeutico in Italia, sappi che dal 2013 in avanti, alcune Farmacie Italiane aderenti a Farmagalenica preparano e dispensano la cannabis sativa come farmaco galenico, cioè preparato dal Farmacista nel Laboratorio della Farmacia (vedi link in fondo all’articolo per accedere alla ricerca delle Farmacie), acquistabile a pagamento con ricetta medica.

Come descritto in un altro articolo di Farmagalenica, la cannabis sativa (qui si parla della varietà Bediol, ma nell’articolo appena segnalato si possono trovare informazioni anche sull’altra varietà, Bedrocan) è preparata e venduta a pagamento presso alcune Farmacie Italiane alle quali ci si può rivolgere con ricetta medica non ripetibile, redatta da un qualsiasi medico (di base, non specialista, specialista, ecc…).
Ulteriori informazioni sulle modalità di compilazione della ricetta medica per la cannabis si possono trovare in questo dettagliato articolo.

Poiché nell’articolo sul Bedrocan si è già ampiamente trattato dei costi della cannabis, modalità di assunzione e utilizzo, NON verranno ulteriormente ripresi, ma in questo post si affronteranno argomenti scientifici sul Bediol e la cannabis in generale.

Punto fondamentale: come spesso accade, all’ultimo ritrovato, all’ultima novità vengono sempre attribuite proprietà miracolose e di panacea definitiva contro tutti i mali del mondo, passati, presenti e futuri. Manco a dirlo, anche in questo caso NON è così.
Per chiarire, la Cannabis come il Bediol è stata studiata (ripeto STUDIATA, non scientificamente dimostrata) per varie applicazioni terapeutiche quali:

  • Dolore (neuropatico, oncologico)
  • Spasticità da Sclerosi Multipla
  • Nausea e vomito in chemioterapia
  • Stimolazione appetito nell’AIDS e cancro
  • Malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn, colite ulcerosa)
  • Sindromi ansioso-depressive
  • Sindromi da astinenza nelle dipendenze
  • Spasticità nelle lesioni midollari (tetra/paraplegia)
  • Glaucoma resistente
  • Fibromialgia
  • Traumi cerebrali
  • Ictus
  • Sindrome di Tourette
  • Cancro al cervello, alla prostata, al seno, ai polmoni
  • Leucemia
  • Artrite reumatoide
  • Epilessia
  • Allergie
  • Asma bronchiale
  • Malattie autoimmuni (lupus eritematoso)
  • Malattie neurodegenerative (morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson)
  • Patologie cardiovascolari
  • Schizofrenia

Teniamo presente questa lista e andiamo ad analizzare quali sono i veri risultati ottenuti dall’uso della cannabis (riferiti dai pazienti utilizzatori di Bediol e Bedrocan):

  1. Rimozione del dolore
  2. Rimozione dell’ansia
  3. Aumento dell’appetito
  4. Antidepressivo
  5. Sonnifero

Come si vede, sono indicazioni che possono inquadrarsi in alcune patologie precedentemente elencate, ma per le altre?
Un esempio: l’uso nel Bediol nel Parkison ha un parziale effetto sul controllo del movimento, ma forse più marcato l’effetto come “cura” della depressione secondaria (che si sviluppa in chi soffre di questa malattia).

Domanda: esistono degli studi sulla cannabis (Bedrocan e Bediol) di confronto con placebo? A quanto ne sappiamo, per ora no.

Sempre a proposito di Bediol (e più in generale della cannabis) ci sono giunte segnalazioni di quella che si potrebbe definire una malpractice medica: diversi pazienti ci informano che le strutture ospedaliere che dispensano cannabis, forniscono direttamente i contenitori sigillati da 5 grammi senza dividere il farmaco nelle dosi terapeutiche, ma lasciando al paziente il compito di dividere a casa (a occhio? su bilancia non di precisione?) il bediol o bedrocan in base alla necessità.
Un po’ come se il medico prescrivesse un antibiotico da 500mg e al paziente venisse fornito un barattolo con 10 grammi di polvere antibiotica con l’indicazione di preparare la dose a casa.
Ci auguriamo non sia una pratica troppo diffusa…

Per quanto riguarda la differenza tra il Bediol (o Bedrocan) venduto dalle Farmacie Italiane e la cannabis auto-coltivata (o acquistata illegalmente), è utile il ripeilogo nell’immagine sottostante:

differenza cannabis farmacia bediol bedrocan illegale

Confronto impurezze e infestanti tra Cannabis venduta presso i Coffee Shop olandesi autorizzati e Cannabis di grado farmaceutico

Si vede immediatamente come la quantità di batteri e muffe per la cannabis NON di grado farmaceutico è spaventosamente alta!

Per cercare e visualizzare la Farmacie di Farmagalenica in grado di preparare cannabis come il Bediol, consultare il motore di ricerca cercagalenico.it (si aprirà una nuova pagina.

Vendita cannabis in Italia: legale se …

Vendita cannabis in Italia: legale se importata da Olanda

Vendita cannabis in Italia: legale se importata da Olanda

Farmagalenica SNC è una società che gestisce un motore di ricerca per le Farmacie italiane che preparano farmaci in Laboratorio (detti “farmaci galenici”); tra i tantissimi farmaci che vengono preparati, da un po’ di tempo alcune farmacie aderenti a Farmagalenica SNC preparano e vendono cannabis sativa (nello specifico, varietà bedrocan e bediol, vedi articoli relativi alla possibilità di acquistare in italia cannabis per uso medicinale – terapeutico).
La problematica più grossa di queste preparazioni è rappresentata dal costo elevato (vedi qui) legata ai costi di importazione dall’Olanda e dalla burocrazia necessaria.

Da tempo giungono alla società Farmagalenica SNC richieste relative alla possibilità di coltivare cannabis in Italia e di rivenderla alle Farmacie italiane a costi molto più bassi.

Tali proposte, seppure condivisibili nell’intento, sono (allo stato attuale della normativa) assolutamente inattuabili, per diversi motivi che verranno spiegati di seguito.
Prima di iniziare un chiarimento: molti ci riferiscono che le Farmacie Italiane acquistano la Cannabis sativa dalla ditta SOLMAG di Milano: ciò non è vero in quanto ad oggi l’unico grossista autorizzato all’importazione e vendita cannabis in Italia alle Farmacie è ACEF SPA. Solmag la importava un tempo, tramite la divisione materie prime ARTHA che è stata chiusa e acquisita da ACEF SPA.

1. Fonti di approvvigionamento delle Farmacie: solo rivenditori autorizzati
In molti si sono rivolti a Farmagalenica SNC paventando la possibilità di aprire una serra in Italia in cui coltivare cannabis e rivenderla alle Farmacie Italiane. Per legge (e ci permettiamo di dire, per fortuna) le Farmacie quando devono realizzare FARMACI (perché di questo si tratta, cannabis ad uso terapeutico come farmaco) sono giustamente obbligate ad acquistare materie prime di grado farmaceutico solo ed esclusivamente da fornitori certificati e autorizzati, non da privati o società nate al solo scopo di cui stiamo parlando.
Basterebbe solo questo per spiegare come mai la vendita cannabis in Italia direttamente alle farmacie da parte di privati o ditte non autorizzate è impossibile.

2. Regolamentazione della produzione e vendita sostanze stupefacenti
La cannabis sativa è classificata come sostanza stupefacente: in Italia, TUTTA la normativa sugli stupefacenti (produzione, trasporto, vendita, cessione, detenzione, somministrazione, prescrizione, spaccio, ecc…) è contenuta nel DPR 309/90 e successive modificazioni che, allo stato attuale, non permette la coltivazione a fini commerciali della cannabis sativa, anche se per uso terapeutico.
Come tutti sanno infatti, la cannabis sativa si presta anche ad un uso voluttuario e abuso. E’ quindi impossibile aprire in Italia una qualsiasi attività commerciale legata alla cannabis (eccezion fatta per la ditta ACEF, autorizzata alla sola importazione).

3. Acquisto di sostanze stupefacenti
A corollario dei punti 3 e 4, l’acquisto di certe sostanze stupefacenti, tra cui la cannabis sativa, è soggetta a normativa molto rigida, con l’utilizzo di buoni acquisto Ministeriali, registri di carico e scarico, registri di entrata e uscita, ecc…
Non si tratta quindi di un semplice comprare – vendere.

La cannabis per uso terapeutico è clonata e coltivata in serre farmaceutiche in Olanda

La cannabis per uso terapeutico proviene da un’unica linea genetica ed è coltivata in serre farmaceutiche in Olanda

4. Titolazione della cannabis
Molti sono convinti che basti coltivare la cannabis sativa allo stato brado e rivenderla alle Farmacie. Assolutamente no: la cannabis che le Farmacie italiane acquistano è di grado farmaceutico titolato (v. oltre per spiegazione).
Non si tratta di cannabis coltivata “liberamente”, ma controllando il ramo genetico (si clona quello con più alto quantitativo di THC e/o CBD), controllando le condizioni ambientali in serre farmaceutiche, il tipo di acqua, il tipo di terreno, i livelli di contaminanti, ecc…
Altrettanto, una volta raccolta, non viene semplicemente essiccata, ma viene titolata: ogni 100mg di infiorescenza femminile essiccata di cannabis deve corrispondere una certa percentuale fissa di THC e/o CBD.
Insomma, pur trattandosi di una pianta, dal punto di vista della concentrazione dei principi attivi non ha nulla a che spartire con i vegetali utilizzati nella preparazioni delle “classiche” tisane erboristiche.

In sintesi: ad oggi, la coltivazione e vendita cannabis in Italia non è possibile

  • per aspetti normativi (la Legge non lo consente),
  • perché le Farmacie devono acquistare materie prime solo da rivenditori autorizzati
  • perché la cannabis deve essere titolata e non semplicemente raccolta allo stato brado

Per cercare quali Farmacie italiane aderenti a Farmagalenica preparano, o sono in grado di preparare, Bedrocan, Bedrobinol o Bediol – cannabis sativa, clicca QUI (si apre nuova pagina).

Ultimo aggiornamento: Settembre 2014

Cannabis per uso terapeutico: possibile in Farmacia

Cannabis per uso terapeutico: in Italia è possibile grazie al Farmacista preparatore

Cannabis per uso terapeutico: in Italia è possibile grazie al Farmacista preparatore

A seguito di moltissime domande, richieste e dubbi di pazienti e medici sull’uso della cannabis per uso terapeutico in Italia, Farmagalenica SNC vuole informare quanto segue:

Le Farmacie Italiane dotate di laboratorio Galenico (incluse alcune farmacie aderenti a Farmagalenica) possono preparare legalmente la cannabis per uso terapeutico da inizio 2013, dietro presentazione di ricetta medica non ripetibile. La cannabis per uso terapeutico è quindi già disponibile su tutto il territorio italiano.

Tali preparazioni effettuate dalle farmacie Galeniche territoriali (cioè che preparano farmaci) sono a pagamento. Tutte le informazioni e spiegazioni su modalità, costi, dosaggi, tipo di ricetta, ecc… sono riportate in questo lungo articolo di Farmagalenica.

Informiamo inoltre che presso alcune Farmacie Italiane è possibile anche acquistare in Italia i vaporizzatori (modello digitale Volcano®) da utilizzare per la vaporizzazione e inalazione della cannabis per uso terapeutico.

A Marzo 2014 sono usciti diversi lanci di agenzie riguardanti la possibilità offerta ora dal Governo a proposito dell’uso terapeutico della cannabis. Vorremmo fare un po’ di chiarezza.
Cosa più importante: NON CAMBIA ASSOLUTAMENTE NULLA, viene semplicemente dato più risalto all’uso terapeutico della cannabis in Italia, ma come detto all’inizio dell’articolo questo era già possibile dai primi del 2013.
La “novità” è che adesso ogni Regione SE VUOLE, potrà decidere di rimborsare la cannabis per uso terapeutico, ma SOLO per le indicazioni terapeutiche che vorrà ritenere valide. Si parla infatti di SSR (Sistema Sanitario Regionale) e non SSN (Sistema Sanitario Nazionale): questo significa che una Regione potrà adottare un comportamento diverso da un’altra e

  1. decidere di rimborsare solo alcune indicazioni terapeutiche (es. gratuita per Sclerosi Multipla, ma non per il Parkinson) per l’uso della cannabis.
  2. decidere di NON rimborsare la cannabis in nessun modo, non inserendola nel Prontuario Regionale

In tutto questo discorso, ribadiamo, le Farmacie Italiane (non ospedaliere) potranno continuare a dispensare cannabis a pagamento senza alcun problema o limite di indicazione terapeutica, con regolare ricetta redatta dal medico (qualunque, si veda questo post), mentre per la dispensazione gratuita a carico del SSR sarà necessario rivolgersi ad un medico specialista in primis (successivamente anche medico di base) e rivolgersi sempre  e solo alle farmacie ospedaliere (salvo cambiamenti nella legge).
Nella legge è prevista anche la TEORICA possibilità di far produrre cannabis sul territorio italiano al fine di ridurre i costi. Nella speranza che ciò accada, ricordiamo solo che è una possibilità teorica e potrebbero passare mesi prima che tutto ciò diventi tecnicamente fattibile.

A Settembre sono usciti diversi lanci di agenzia (es. La Repubblica.it) in cui l’Esercito si impegna a coltivare e produrre la cannabis. Vedremo quali vantaggi (principalmente economici) questo porterà, auspicando però che quella prodotta sia titolata ovvero a concentrazione sempre nota e precisa, per rendere possibile la prescrizione da parte dei medici così come avviene ora con il Bedrocan, Bedrobinol e Bediol.

Per sapere quali Farmacie italiane aderenti a Farmagalenica preparano, o sono in grado di preparare, cannabis per uso terapeutico clicca QUI (si apre nuova pagina).

Ultimo aggiornamento: Settembre  2014